Pelizzoli: “La Roma è l’anti-Juve, gli scontri diretti varranno doppio”

L’ex portiere giallorosso aggiunge: “Szczesny mi piace molto e l’ho sempre difeso, aveva bisogno di ambientamento”

di Redazione, @forzaroma

A pochi minuti dal fischio d’inizio del match tra Atalanta e Roma, il doppio ex Ivan Pelizzoli ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Roma Tv.

“Ora mi sto allenando in palestra, un po’ di tennis per stare in forma per trovare una squadra a breve se arriva, altrimenti farò un corso da allenatore di portieri. Il ruolo del portiere è a sé, quando le cose non vanno il portiere è uno dei primi a subire le colpe. A Roma è sempre così ma non solo a Roma, però essendoci tantissimi tifosi è tutto accentuato. Szczesny mi piace molto e l‘ho sempre difeso, aveva bisogno di ambientamento. Aiuta la squadra, Alisson invece non lo conosco tanto e su due partite non posso giudicarlo”.

Sul campionato e il match di oggi: “La Roma è l’anti-Juve di quest’anno, varranno doppio gli scontri diretti. In base a quelli se la giocheranno fino alla fine e spero che la Roma vinca lo scudetto. La Roma oggi deve temere la voglia dei giovani dell’Atalanta, che si divertono. Poi la piazza è in fermento perché la squadra gioca bene, i risultati arrivano e fanno bene in classifica. Ci sono tanti giovani, poi tanti tasselli che Gasperini ha avuto il coraggio di inserire quando le cose andavano male e ora stanno facendo la differenza.

Pelizzoli conclude: “De Rossi l’ho visto crescere, è un ragazzo d’oro, mentre Totti si dimostra e si dimostrerà il campione che è sempre stato. Ricordo della città di Roma? L’affetto dei tifosi. E’ una grande sensazione, soprattutto con la curva piena alle spalle. E’ qualcosa di emozionante”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy