Nzonzi: “Posso giocare con De Rossi. Presto sarò al top” – AUDIO – FOTO – VIDEO

Nzonzi: “Posso giocare con De Rossi. Presto sarò al top” – AUDIO – FOTO – VIDEO

Il nuovo acquisto giallorosso in conferenza stampa: “L’obiettivo è vincere e migliorare, anche se sarà difficile”

di Redazione, @forzaroma

La Roma continua a lavorare per chiudere al meglio la sessione di mercato e prepararsi all’esordio con il Torino. A Trigoria, prima dell’allenamento giornaliero in programma per le 17, ha parlato il nuovo acquisto Steven Nzonzi, presentato alla stampa. Le sue parole:

Cosa pensi di poter dare alla Roma?
Sono un centrocampista centrale, per quelle che sono le prerogative di questa posizione. Per quello che è il mio compito devo recuperare palloni e cercare di non perderne. Poi ogni centrocampista ha le sue caratteristiche io cercherò di dare il massimo delle mie capacità.

Quando pensi di poter essere al top?
Spero il prima possibile. Le vacanze sono terminate e sono felice di essere qua, mi sento bene. Lavoro fisicamente per essere al top, non vorrei dare una data, ma spero di poter essere pronto il prima possibile per aiutare la squadra.

Concorrenza più difficile in nazionale con Kantè o nella Roma con De Rossi?
Sono due grandi giocatori, non si possono comparare. Due profili diversi, hanno grande esperienza e hanno vinto tanto. Sono in concorrenza diretta con loro ma posso anche giocarci insieme. Contro la Danimarca ho giocato titolare al fianco di Kantè, vediamo se con De Rossi sarò in concorrenza, ma posso anche giocarci insieme. Nella mia carriera ho fatto tutti i ruoli del centrocampo. Posso giocare con il doppio mediano. Dove sarà più difficile impormi? Complicato fare paragoni tra Roma e Francia.

La vittoria del Mondiale ti ha spinto a voler cambiare?
Non è stato certamente quello. A Siviglia sono stato 3 anni bellissimi, ora ho sentito la necessità di una nuova sfida. Questo club mi permetterà di crescere come calciatore e persona. Ho abbracciato questa nuova sfida in un grande club.

Dove può arrivare questa squadra?
La Roma ha fatto una grande stagione lo scorso anno ma vogliamo migliorare. Vincere è sempre difficile, si deve lavorare duro, ma è l’obbiettivo dei grandi club come la Roma. Spero di raggiungere qualcosa d’importante. E’ difficile da fare ma ci proveremo fino in fondo.

Il suo nome si scrive con o senza apostrofo?
Si scrive senza apostrofo. E’ così anche se è vero che molti lo pronunciano come se ci fosse, ma non c’è.

Hai già parlato di tattica con Di Francesco?
Sono a disposizione della squadra e dell’allenatore. I giocatori si devono adattare alle necessità di squadra e tecnico, al di là dei moduli conta la disposizione tattica. Dobbiamo adattarci. Sarà importante la comunicazione tra i calciatori e capire le direttive dell’allenatore, così da raggiungere un buon livello di organizzazione, al di là da chi scenderà in campo.

Come ti vedi nel centrocampo di Di Francesco?
Come ho detto sono pronto e a disposizione per adattarmi alle necessità della squadra. Mi piace giocare davanti alla difesa come fatto a Siviglia, ma ho giocato anche più avanzato. E’ questione di adattamenti ma dipenderà dall’organizzazione della squadra. Mi piace ricoprire tutti i ruoli del centrocampo, dipenderà dalle caratteristiche dei compagni di reparto. Può parlare meglio di me chi mi ha visto all’opera.

Quali qualità di Monchi speri di ritrovare a Roma?
Monchi mi aiutato molto a Siviglia. Come tutte le avventure ci sono momenti straordinari e momenti più difficili. E’ un professionista, ha esperienza e ha già vinto. Sono in un club che ancora non conosco, ma per vincere servono tanti ingredienti. Difficile dire cosa succederà. E’ importante lavorare duro sul piano personale e collettivo e dimostrare quello che si vale in campo. Speriamo vada tutto per il meglio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy