Guidolin: “Sto con Spalletti, viene prima la squadra. Luciano è stanco di queste polemiche”

L’ex allenatore di Palermo e Udinese: “Perché ha detto ‘o vinco o me ne vado’? Perché qualche volta certe cose che tieni segrete vengono fuori”

di Redazione, @forzaroma

Nelle ultime ore il mondo del calcio italiano si è diviso sulla questione Totti e in tanti si sono schierati. Francesco Guidolin, ex allenatore tra le altre di Udinese e Palermo, ha detto la sua intervenendo ai microfoni di ‘Tutti convocati’ su Radio 24: “Avrei fatto la stessa cosa che ha fatto Spalletti, prima la squadra e poi le altre cose – le parole del tecnico friulano attualmente svincolato -. Tra l’altro mi sembra che una cosa del genere l’abbia dichiarata lo stesso Francesco Totti: ‘prima la squadra’. Spalletti sta facendo un capolavoro ragazzi, così come sta facendo un capolavoro Sarri, ma la Juve va troppo forte.” 

Guidolin continua: “Al di là di questo Luciano (Spalletti, ndr), ragazzo che conosco come collega, ma anche perché è stato un mio calciatore, è stanco. E’ stanco di queste polemiche, di dover gestire queste situazioni. Non ci ho parlato, non me l’ha detto. Non è stanco di preparare le partite, ma di queste cose. Perché ha detto ‘o vinco o me ne vado’? Perché qualche volta certe cose che tieni segrete, che tieni nascoste dentro di te, qualche volta vengono fuori. Come quando l’allenatore dice ‘io alla fine della stagione mi fermo perché sono stanco, ho bisogno di recuperare’, mi immagino che il giorno dopo che lo hai detto dici ‘ma che stupido, potevo starmene zitto’ e invece qualche volta vengono fuori senza volerlo certe cose che sono vere, che rimangono nascoste, che non vorresti mai dire ma a volte te le tirano fuori”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy