Gol, guida per i giovani e sincerità: ecco le tre missioni di capitan Dzeko

Gol, guida per i giovani e sincerità: ecco le tre missioni di capitan Dzeko

L’onestà nel post partita a Trigoria non è piaciuta a tutti. Con la sua esperienza cercherà di far rialzare la Roma, con un occhio verso i migliori marcatori della storia giallorossa…

di Marco Prestisimone, @M_Prestisimone

CAPITANO

Non serviva la festa di compleanno della piccola Una per far capire cosa pensino i compagni di Dzeko. Mentre a Trigoria la dirigenza si interrogava sulla sincerità – esagerata, secondo alcuni – con cui Edin si è presentato davanti ai microfoni dopo la figuraccia di Reggio Emilia, i leader della Roma (Perotti, Pellegrini, Kolarov, Fazio alcuni degli invitati) si ritrovavano a Ostia in una sorta di riunione straordinaria. Contro il Sassuolo la prima ufficiale da capitano per Dzeko è stata tutt’altro che indimenticabile nonostante i cento gol raggiunti in giallorosso. Questo perché forse come mai era successo prima d’ora in stagione, la Roma ha fatto cilecca sotto ogni aspetto: tecnico, tattico e di atteggiamento. La fascia al braccio ha dato una responsabilità in più a Edin, che ormai conosce benissimo la piazza e ha cercato subito di mandare un segnale.

LaPresse

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy