Gaffe, errori dialettici e i malumori a Trigoria: i cinque passi della rottura tra Petrachi e la Roma

Le immagini a Fiumicino, le accuse della procura federale e il rapporto incrinato con Fonseca e con i giocatori. Ecco come è finita la storia del d.s. salentino

di Marco Prestisimone, @M_Prestisimone

I MOMENTI DELLA CRISI

Anche chi aspettava la conferma ufficiale della rottura del rapporto tra Petrachi e la Roma è stato accontentato. La sospensione sancisce la fine definitiva di un rapporto nato tra qualche inciampo e qualche gaffe per poi finire con sms al veleno e parole pesanti che a Trigoria non sono proprio piaciute. In mezzo due campagne acquisti con pochissimi successi (Smalling e Mkhitaryan, a cui ora sta pensando Baldini) e tantissimi interrogativi. Con il paradosso che le possibili plusvalenze a cui dovrà aggrapparsi la Roma per non cedere Zaniolo e Pellegrini portano il nome di Kluivert e Under, due eredità di Monchi. L’unico grande successo sembra essere la scelta di Fonseca, che invece nel mondo Roma è apprezzatissimo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy