Fonseca: “Roma brava a lottare. Zaniolo fantastico, ma questo calendario è ingiusto”

Fonseca: “Roma brava a lottare. Zaniolo fantastico, ma questo calendario è ingiusto”

Le parole del tecnico giallorosso dopo la vittoria sul Milan: “Tre punti importanti, ora pensiamo alla prossima partita. Florenzi? Avevo bisogno di uno più fisico come Cetin. Il calendario è ingiusto, meno di 72 ore tra Udinese e Napoli”

di Redazione, @forzaroma

La Roma torna a vincere dopo un mese: 2-1 sul Milan firmato Dzeko e Zaniolo. A fine partita ha parlato l’allenatore dei giallorossi Paulo Fonseca. Ecco le sue parole.

FONSECA A SKY SPORT 

Una prova convincente dopo quella un po’ preoccupante con la Samp. Oggi il controllo della partita con la squadra che ha ripreso a correre…
“I giocatori hanno fatto una bellissima partita e hanno lottato molto. Non è facile in questo momento fare tre partite in una settimana ma i giocatori hanno meritato la vittoria”.

Dalla battuta di Capello sono arrivati due gol per Zaniolo: è stato uno stimolo?
“Zaniolo ha fatto una bellissima partita e un gol importante per noi. Abbiamo conquistato tre punti importanti”.

Lei aveva pochi giocatori a disposizione e avete fatto la partita perfetta. Perché non è entrato Florenzi?
“Perché quando Spinazzola ha chiesto il cambio, io ho pensato che dovevamo difendere bene sulla sinistra. Era necessario un giocatore veloce come Cetin e con più fisico”.

Tutte le radiocronache dalla Roma in esclusiva sono su Nsl Radio Tv, 90.0 FM. Il commento è affidato alla voce leggendaria di Carlo Zampa. Impossibile mancare

Siete a un punto dal Napoli: ritiene la sua squadra a quel livello?
“Dobbiamo ora pensare solo alla prossima partita, dopo vedremo”.

Senza pensare alla classifica quindi…
“Certo, pensare giorno dopo giorno”.

E’ un Pastore diverso, anche dal punto di vista caratteriale? Può essere un valore aggiunto?
“Non possiamo dimenticare che sono tre partite alla settimana e per lui non è facile. Ha dimostrato tutta la sua qualità e la sua professionalità”.

FONSECA A ROMA TV

Mister, una grande prestazione da parte della Roma.
Sì, penso che abbiamo fatto una bellissima partita. Non è facile con gli stessi giocatori, senza cambiare nessuno, fare tre partite in una settimana. Penso che i nostri ragazzi hanno meritato perché hanno lottato molto in tutta la partita.

Menzione speciale per Dzeko e Pastore.
Sì, devo dire che la buona prestazione di Dzeko e Pastore è stato anche in fase difensiva. Hanno lavorato molto per la squadra, pressando il Milan in fase di costruzione. E’ vero che sono grandissimi giocatori ma hanno dato grande aiuto in difesa.

Mancini sta risaltando anche in fase di impostazione.
Con Mancini in questa posizione, Spinazzola e Kolarov possono essere più offensivi. Con Gianluca (Mancini n.d.r) abbiamo un equilibrio diverso, sono sorpreso da lui. E’ un grandissimo giocatore con un grande spirito.

Prestazione di attenzione e cattiveria. Cosa ha fatto e che ha detto ai ragazzi.
Devo dire che con la Sampdoria non mi è piaciuto l’atteggiamento della squadra. Ho parlato con i giocatori e gli ho detto che non è così che possiamo vincere. Loro hanno capito il messaggio e sia con il Borussia M’Gladbach che oggi hanno fatto bene, mostrando il nostro spirito di squadra.

FONSECA IN CONFERENZA STAMPA

Cosa ha pensato quando ha visto Dzeko segnare con la maschera? E’ il vero leader della squadra?
“Sono molto contento. Non è facile giocare con la maschera e la visione non è facile, lui ha fatto anche gol di testa. E’ un grandissimo giocatore. Non ha solo segnato, ma dato una mano in difesa e a tutta la squadra”

Come mai non ha giocato Florenzi?
“Non ha nessun problema. E’ stata una mia scelta”.

Sulla partita
“Abbiamo fatto una buona partita creando 4-5 occasioni per fare nostro il risultato. In certi momenti è necessario soffrire”

Su Pastore
“La sua condizione migliora giorno dopo giorno. Oggi ha fatto una bellissima partita in fase difensiva e offensiva. Ha dimostrato tutta la sua qualità”

Cosa ha chiesto a Santon quando è entrato?
“L’intenzione era di controllare i movimenti profondi del loro terzino sinistro. Quando ho scambiato Spinazzola per Cetin è perché Leao è veloce e Mert lo è altrettanto”.

Cetin.
“Sì, questa era l’intenzione. E’ un bravissimo giocatore. E’ un centrale, non fa il terzino ma può giocarci. Con il tempo giocherà di più”.

Cosa ha apprezzato di più oggi della Roma?
“Non possiamo dimenticare che abbiamo giocato con gli stessi giocatori in queste tre gare e pressare sempre non è facile. E’ normale che poi la squadra sia stanca. Abbiamo giocato contro una squadra che può riposare in settimana, ma i giocatori hanno meritato di vincere questa partita. Domani dobbiamo pensare alla gara di Udine”.

La intriga lasciare Mancini a centrocampo?
“Ora non ho altre possibilità. Devo dire che io sono sorpreso per il suo rendimento in questa posizione. Ha fatto due partite bellissime. E’ un giocatore bravissimo”.

Il nemico nelle prossime giornate potrà essere il calendario?
“Penso che non sia giusto. Non abbiamo 72 ore tra Udine e Napoli, ma non abbiamo altre possibilità. Non è possibile recuperare i giocatori in meno di 72 ore”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy