Florenzi: “La Roma del secondo tempo può battere chiunque. Uno come Totti si vedrà tra anni”

“La Roma non può prendere un gol come quello del 2-1. Dobbiamo migliorare tutti, me compreso” avverte il terzino destro

di Redazione, @forzaroma

Alessandro Florenzi è intervenuto ai microfoni dei giornalisti per analizzare la vittoria della Roma sulla Sampdoria per 3-2.

FLORENZI A ROMA TV

Come vi spiegate primo e secondo tempo?
Per me abbiamo giocato 70 minuti alla grande, una prima parte buona. Poi la sosta per il caldo, abbiamo avuto un black out e loro sono andati in vantaggio perché non eravamo in forma. Prima del secondo tempo ci siamo detti che dovevamo cambiare, perché la vittoria non arriva da sola. Così e stato e abbiamo vinto. Finito il primo tempo il campo era impraticabile. IO quasi non toccavo…poi in 10 minuti si è asciugato tutto e abbiamo pensato che dovevamo rientrare vogliosi. Potevamo stare 3-2 subito, Viviano ha fatto delle parate da complimenti, ma alla fine siamo risusciti a batterli.

Black out, sì, ma come te lo spieghi?
E’ una cosa su cui dobbiamo lavorare e dove il mister ci metterà mano, è un maestro su queste cose e saprà dirci la cosa migliore da fare. Se noi giochiamo con l’intensità del secondo tempo possiamo mettere in difficoltà tutti e vincere tante partite“.

In difesa è un problema di meccanismi?
Non è facile ripartire sempre con una difesa nuova, ma se prendi uno come Peres e uno come Juan ci vuole poco, bisogna mettere a posto alcune cose. La Roma non può prendere un gol come quello del 2-1. Dobbiamo migliorare tutti, me compreso“.

Un aggettivo per Totti?
“Voi avete più vocaboli di me, io sono contento di giocare a fianco a campioni come Francesco e Daniele. Penso che campioni come loro si farà fatica a rivederli qui a Roma. Io voglio dare il mio contributo finché potrà. Ma intanto godiamoci Francesco e Daniele. Bisognerà aspettare anni perché a Roma si possano rivedere persone come loro”.

FLORENZI A PREMIUM

Totti intramontabile
Bisognerebbe fare un incantesimo per non far passare gli anni. Ha dato sostanza alla squadra ma è stato un secondo tempo di grande livello per tutti“.

Il suo ingresso incide anche sulla vostra testa?
Penso di si, quando ha la palla difficilmente gliela levano. Naturalmente perdiamo sulla fase difensiva ma noi dobbiamo metterci quel qualcosa in più per coprire quella fase“.

FLORENZI IN MIXED

“Nel primo tempo non riuscivamo a giocare il pallone e siamo andati meritatamente in svantaggio. Poi è arrivato un acquazzone benedetto che ci ha fatto mettere a posto le idee. Ci siamo guardati in faccia dicendoci che se giochiamo così non andiamo da nessuna parte. Totti e Dzeko sono entrati e hanno segnato, quindi hanno sicuramente inciso. Però c’è stata anche una situazione di squadra che gli ha consentito di esprimersi così bene perché siamo riusciti sempre a non far ripartire la Sampdoria. Abbiamo messo tanta intensità che non vedevo da parecchio in questa Roma. Dobbiamo ripartire da questo secondo tempo sapendo che dobbiamo giocare sempre così se vogliamo vincere qualcosa. Ripartiamo da questo secondo tempo, perché abbiamo messo tanta cattiveria, intensità agonistica. Totti ci ha dato tanto in avanti, ma tutti noi abbiamo messo quel 10% in più per la sua fase difensiva, altrimenti era un alieno, che poi in realtà è. Abbiamo fatto un grande secondo tempo e ripartiamo da questo. Qual è il problema? Un piccolo problema di testa, non abbiamo giocato per 22 minuti. Dopo la sosta del caldo non siamo rientrati in campo, però penso si sia vista una bella squadra. Obiettivo? Dobbiamo pensare di partita in partita, anche in Europa League. La Roma purtroppo non ha una grande tradizione europea, una finale di Champions League e basta. Vincere l’Europa League sarebbe veramente bello, ma ci passa un’intera stagione. Dobbiamo disputarla con la testa giusta e non prenderla sottogamba. Non sarebbe meglio uscire subito, altrimenti che giochiamo a fare a pallone?”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy