Di Bartolomei, la lettera commovente del figlio: “Grazie a te impariamo dal dolore e dalle sconfitte”

Di Bartolomei, la lettera commovente del figlio: “Grazie a te impariamo dal dolore e dalle sconfitte”

Luca in un lungo messaggio su Facebook: “Mi addolora che nessuno dei tuoi quattro nipoti abbia conosciuto il tuo rigore e la tua dolcezza, la tua serietà e il tuo infantilismo”

di Redazione, @forzaroma

Oggi Agostino Di Bartolomei avrebbe compiuto 64 anni. L’ha ricordato la Roma e l’ha ricordato tutto il mondo romanista, che ha voluto mandare un saluto ad uno dei simboli della storia giallorossa. Ma il messaggio più toccante arriva via social dal figlio Luca in un lungo post sulla propria pagina Facebook. Ecco le sue parole.

““…anche se non c’è più gli danno sempre le medaglie”, Andrea.
“…nonna guarda che questo anello lo aveva dato a me nonno Agostino!”, Anna.
In questo 8 aprile ci sono alcune cose che mi vengono in mente.
La prima è che ti saresti molto divertito a fare il nonno e mi addolora che nessuno dei tuoi quattro nipoti abbia mai conosciuto il tuo rigore e la tua dolcezza, la tua serietà ed il tuo infantilismo.
Sei stato per noi come un grande secchiello di gelato capace di sorprenderci sempre con un gusto nuovo.
La seconda è che – ove mai fosse possibile una classifica – probabilmente sei mancato più a Gianmarco che al sottoscritto: almeno io ho avuto attorno un affetto enorme e indistinto.
E di questo un po’ me ne vergogno.
Forse saremmo stati anche dei padri migliori, più sereni.
Ma questa è la vita: un mare di dubbi dove l’unica certezza è che abbiamo molto da imparare.
Più dalle sconfitte e dai dolori che dalle nostre vittorie.
Questo – insieme all’ironia – è stato per noi il tuo lascito più grande.
Ovunque tu sia auguri Ago.
Sperando che adesso ti vesta meglio.
P.S.: per come ti abbiamo conosciuto – per il tuo amore verso i tifosi – so che avresti considerato la notizia di ieri un regalo meraviglioso”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy