Crisi Roma, avvio disastroso come nel 2010: l’esonero di Ranieri e il ritorno di Montella

Crisi Roma, avvio disastroso come nel 2010: l’esonero di Ranieri e il ritorno di Montella

Cinque punti in altrettante partite: stesso ruolino di marcia della squadra che terminò la stagione sesta in classifica

di Jacopo Aliprandi, @JacopoAliprandi

La tifoseria chiede l’esonero di Di Francesco, nell’aria girano già i primi nomi dei possibili sostituti. Tra questi c’è anche Vincenzo Montella, senza panchina dopo il flop Milan e la parentesi cupa al Siviglia. Per l’aeroplanino sarebbe un ritorno nella Capitale come allenatore, quando prese la squadra nella stagione di crisi del 2010-2011.

Le strane coincidenze. Perché quella Roma portò a casa cinque punti nelle prime cinque partite, esattamente come la squadra attuale che ha aperto la crisi vera e propria dopo il ko del Dall’Ara per due a zero. La Roma di Borriello alla terza giornata riuscì a pareggiare per 2 a 2 contro il Bologna, salvo poi perdere contro il Cagliari (per 5 a 1), il Brescia e pareggiare contro il Cesena. A regalare i tre punti alla quinta giornata ci pensò Vucinic al 90′ contro l’Inter. La crisi non si fermò, e il 21 febbraio del 2011 Claudio Ranieri venne esonerato. Al suo posto il ritorno (questa volta da tecnico) di Vincenzo Montella, che guidò la Roma (ancora non americana) fino alla fine della stagione, classificandosi al sesto posto.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy