Argentina, i retroscena del fallimento Mondiale: Fazio e Lo Celso fuori per Messi

Sul banco degli imputati del flop in Russia c’è anche Leo, reo di aver dato troppe direttive di formazione a Sampaoli: la stella del Barcellona riteneva che il difensore della Roma avesse una certa difficoltà ad uscire palla al piede dalla difesa

di Redazione, @forzaroma

Dopo il flop Mondiale, in Argentina è tempo di giudizi. Prima un girone superato senza squilli, poi l’Albiceleste è stata costretta ad arrendersi alla Francia negli ottavi di finale del Mondiale. La lista sul banco degli imputati è lunga e parte da due protagonisti: il c.t. Jorge Sampaoli e Leo Messi. Nei giorni scorsi il quotidiano “Clarin” ha cercato di chiarire i retroscena del fallimento e anche la “Pulce” è finita sotto attacco. Il motivo? Messi è stato accusato di aver dato troppe direttive di formazione al tecnico. Il giornale argentino spiega così le esclusioni di Federico Fazio e di Giovani Lo Celso dalle gare del Mondiale.

SOLO SORRISI

Ritrova il piacere di sorridere con “Solo Sorrisi”…gli specialisti del sorriso! Scegliendo Solo Sorrisi puoi risolvere i tuoi problemi dentali anche con poche sedute, grazie a tecniche innovative. Per una visita completa e gratuita chiama il numero verde 800 58 69 89. Solo Sorrisi è a Roma, Fiano Romano e ad Avezzano. Solo Sorrisi, gli specialisti del SORRISO! – Contenuto sponsorizzato

Alla vigilia della Coppa del Mondo, sia il difensore della Roma che il calciatore del PSG venivano inseriti tra i sicuri titolari in Russia, eppure il primo è riuscito a scendere in campo soltanto nel finale contro la Francia, mentre il secondo ha raccolto zero minuti. La responsabilità di queste scelte viene attribuita proprio a Messi: secondo la stampa argentina, Leo riteneva che Fazio avesse una certa difficoltà ad uscire palla al piede dalla difesa e impostare l’azione, mentre a Lo Celso preferiva Banega.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy