Mercato Roma, Marco Silva blinda Kean: “È il nostro presente e futuro, crediamo tantissimo in lui”

Mercato Roma, Marco Silva blinda Kean: “È il nostro presente e futuro, crediamo tantissimo in lui”

Il manager dell’Everton ha parlato del futuro dell’attaccante italiano: “Ha il nostro pieno supporto, mi ha dato le risposte che volevo da lui in questo momento”

di Redazione, @forzaroma

Moise Kean è il nome che in questi giorni sta circolando con insistenza attorno alla Roma. L’attaccante dell’Everton sta trovando poco spazio in Premier League e Petrachi avrebbe fiutato l’affare. L’ex Juventus, dopo essere stato tenuto fuori dai convocati dei ‘Toffees’, è stato protagonista con l’Under 21. Roberto Mancini ha auspicato un suo impiego più continuo, il manager dell’Everton Marco Silva: ha risposto così: “Roberto è l’allenatore della Nazionale, sa di cosa ha bisogno Moisem ma lo so anche io. Qui ha tutto il supporto, da tutti, per continuare l’adattamento in Premier League. Non ha bisogno di altro nella sua carriera, crediamo davvero in lui. Per me quello che conta è quello che ci siamo detti io e lui, ed è tutto chiaro”. Come riporta il ‘Liverpool Echo’, contro il Southampton Kean è stato escluso dai convocati per un ritardo a una riunione. “Nessuno nel club ha commentato la situazione e sapete cosa ho detto dopo la partita – ha continuato Marco Silva nella conferenza della vigilia prima della sfida con il Norwich -. Sta lavorando durissimo e vuole giocare. Non ha giocato, ma la domenica mattina era qui a lavorare con i suoi compagni, mi ha dato le risposte che volevo in quel momento”.

L’allenatore dell’Everton riprende il discorso sul futuro di Moise Kean, accostato alla Roma e non solo: Vuole giocare di più come tutti i calciatori, ma dobbiamo guardare in tutte le partite che ha già giocato. Non ci sono dubbi che il suo presente e il suo futuro saranno qui. Ci sono moltissimi altri esempi di giocatori, anche molto più esperti di lui, che sono venuti in Premier e non hanno giocato. Come Fabinho, che al Liverpool non ha giocato per i primi 7 mesi. La cosa più importante è continuare a seguirlo, farlo crescere per farlo adattare nel modo più veloce possibile, stiamo parlando di un giocatore di qualità. In Nazionale ha fatto molto bene, ha segnato giocando da esterno destro”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy