Gerson, in valigia la maglia numero 10 sognando Totti

Gerson è un centrocampista offensivo mancino, dotato di grande tecnica e di una intelligenza calcistica fuori dal comune. Le sue qualità e potenzialità sono ben note agli addetti ai lavori, che prevedono per lui un brillante futuro

di Piernunzio Pennisi, @ppen85

Gerson Santos da Silva l’ultimo baby talento che la Roma è riuscita ad assicurarsi strappandolo alla concorrenza del Barcellona è sbarcato questa mattina nella Capitale. Le cifre dell’affare accendono la curiosità attorno a questo ragazzo. Per convincere la sua squadra, il Fluminense, a cedere questo talentino classe 97’ la Roma verserà nelle casse dei brasiliani 16 milioni più uno di bonus. Un investimento importante, soprattutto in considerazione della giovane età di Gerson, che testimonia quanto la società giallorossa creda nelle sue potenzialità. Il suo nome è finito sotto i riflettori nello scorso inverno, quando con la nazionale giovanile brasiliana ha preso parte al Campionato Sudamericano U20 in Uruguay. In quella competizione il neogiallorosso seppe mettersi in luce mostrando le sue qualità di assistman (3 passaggi vincenti in 7 apparizioni) e la sua duttilità tattica, venendo impiegato in diverse posizioni. Le sue prestazioni non passarono inosservate e il suo nome cominciò ad essere insistentemente accostato a grandi club europei, tra cui la Juventus e, soprattutto, il Barcellona. Dal termine del Sudamericano under 20 ad oggi la carriera di Gerson ha continuato la sua rapida ascesa. Il 22 febbraio è arrivato l’esordio tra i professionisti con la maglia del Fluminense, nella sfida con il Vasco da Gama, valevole per il Campionato Carioca. Da quel giorno ad oggi sono 27 le partite disputate da Gerson con la maglia del “tricolor carioca”: 12 presenze, con 4 gol all’attivo, nel campionato Carioca (campionato dello stato di Rio de Janeiro) e 15, servendo 3 assist, nella Serie A brasiliana. Le sue qualità e potenzialità sono ben note agli addetti ai lavori, che prevedono per lui un brillante futuro, ma sono tutte da scoprire per i tifosi giallorossi che aspettano con ansia di vedere all’opera questo costosissimo gioiellino.

 

 

Gerson è un centrocampista offensivo mancino, dotato di grande tecnica e di una intelligenza calcistica fuori dal comune. Le sue qualità gli permettono di essere impiegato con profitto in diverse zone del campo: sia nel Fluminense che nella nazionale brasiliana under 20 si è disimpegnato con disinvoltura in più ruoli mettendo in mostra aspetti diversi del suo grande talento. Impiegato sulla fascia destra in posizione offensiva sa essere efficace grazie al passo rapido, alla sua abilità nel dribbling con la possibilità di convergere verso il centro ed esplodere il suo sinistro. Sulla trequarti in posizione centrale Gerson può esaltare la sua abilità nel leggere gli spazi disponibili per mettere i compagni in condizione di colpire. La capacità di incidere creativamente sull’azione offensiva rendendola pericolosa con passaggi vincenti, “vedendo” e trovando soluzioni impossibili per molti altri giocatori, è probabilmente la sua caratteristica principale. In qualche occasione nel sub 20 ha agito anche in posizione più arretrata dimostrando di sapersi adattare senza particolari problemi.

 
Gerson Santos: Goals, Skills & Assists

 

Nonostante non sia un gigante per i canoni dello sport moderno (è alto 1,76 m) e per la giovane età il suo fisico non abbia ancora raggiunto il pieno sviluppo, Gerson è un giocatore potente e atleticamente dotato, ed è quindi in grado di coprire molto spazio sul campo. La cosa che sorprende vedendolo all’opera è la grande facilità e tranquillità con cui gioca il pallone anche in situazioni complicate, scegliendo sempre la soluzione migliore a dispetto della giovane età. L’approdo in Europa a gennaio sembra pianificato con la tempistica giusta per favorirne la maturazione e rappresenta un passo importante per la sua carriera. In questi pochi giorni romani Gerson, oltre a svolgere le visite mediche, avrà la possibilità di godersi un assaggio dell’immenso amore dei tifosi romanisti per la squadra, assistendo dagli spalti all’Open Day e all’amichevole con il Siviglia. Accomodatosi in tribuna, vedrà sotto i riflettori l’abbraccio che il popolo giallorosso regalerà ai suoi futuri compagni e in una notte di mezz’estate potrà sognare ad occhi aperti ciò che lo attende in un futuro non lontano; la Roma lo aspetta a braccia aperte ed è pronta a sognare con lui.

 

Gerson sbarca a Roma [HD]

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy