‘RADIO PENSIERI’, FERRETTI: “Nel prossimo mercato più si fa e meglio è”, FOCOLARI: “Totti smetta di giocare, per il bene della Roma”

Continua la nostra rubrica quotidiana che accompagna i lettori che non possono ascoltare i commenti di conduttori ed opinionisti delle radio locali

di Redazione, @forzaroma

Quello delle Radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Sì, anche le altre città hanno degli spazi dedicati allo sport, e magari anche la loro stazione dedicata alla squadra del luogo. Non si troverà mai, tuttavia, una voce altisonante e popolare come quella proveniente dagli apparecchi della Capitale; una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo, e una folla di appassionati pronti a sintonizzarsi all’ora concertata. Ogni protagonista va a comporre un grande collage che riempie di spunti, approfondimenti e contraddizioni la settimana del tifoso. Un ciclo continuo, che si rinnova sulle frequenze FM locali ogni giorno, di partita in partita, stagione dopo stagione.

ANDREA PUGLIESE (Teleradiostereo): “Ljajic secondo me in questo momento ha un valore abbastanza alto, intorno ai quindici milioni, lo hai comprato però a undici quindi calcolando che devi una percentuale sulla sua eventuale vendita alla Fiorentina ci fai poca plusvalenza. Secondo me se lo sai vendere bene con il serbo puoi arrivare a farci anche venti milioni. Pjanic si è svalutato molto, invece”

 

CHIARA ZUCCHERI (Rete Sport): “Destro, a prescindere dal riscatto del Milan, ha un suo mercato. Magari con lui non ci riesci più a fare 16 milioni di euro, ma comunque ha mercato, eventualmente anche all’estero. Di sicuro sarebbe strano se tornasse con Garcia dopo aver lasciato la Roma a gennaio in difficoltà. Non credo ci siano le possibilità per rivederlo ancora agli ordini del tecnico francese”

 

LUIGI FERRAJOLO (Radio Radio): “Se la Roma non arriva seconda è sicuramente un fallimento, però prendersela con Garcia mi sembra non corretto. Non parlerei di rivoluzione per il prossimo anno. Basterebbero 3/4 acquisti. Portiere e due esterni di difesa Sabatini li doveva comprare già l’estate scorsa o a gennaio. Poi dipenderà da come recupererà Castan”

 

GUIDO D’UBALDO (Radio Radio): “Garcia dico che resterà al 49%. Dipenderà dal posizionamento in classifica a fine anno. Secondo me ci sarà una notevole rivoluzione con il mercato perchè la Roma per comprare deve anche vendere e fare plusvalenze”

 

FRANCO MELLI/2 (Radio Radio): “Per vincere la Roma deve cambiare parecchio, a partire da Garcia. La difesa va cambiata tutta, io salvo solo Manolas. Poi bisogna comprare un grande sostituto per Totti. In attacco terrei solo Ljajic. Su Iturbe e Gervinho ci penserei, l’argentino è costato troppo” 

 

MAURIZIO CATALANI (ReteSport):La società in questi 4 anni di vita ha portato la cocente delusione del 26 maggio, ora c’è il rischio che la Lazio ci superi e ne arrivi un’altra, e per me sarebbe una cosa insopportabile. Questa è una squadra che oggi non ha né capo né coda, e una società che andrebbe azzerata. A chi dice che Francesco Totti dovrebbe smettere di giocare per il bene della Roma, mi verrebbe da sputargli in faccia

 

MIMMO FERRETTI (TeleRadioStereo) : “Penso che la Roma abbia bisogno di giocatori bravi, ma soprattutto a livello di personalità. Forse manca qualcosa a livello di personalità e qualcosa manca anche a livello tecnico. C’è da fare un bel lavoro di ritocchi. Più si fa e meglio è, nel mercato. Destro? Credo che a Milano te lo tirano dietro. Se l’obiettivo primo è quello di migliorare la squadra, a Trigoria dovrebbero mettere da parte problemi di natura economica”

 

ALESSANDRO ANGELONI (ReteSport) : “Come valore tecnico tra Osvaldo e Destro non c’è match. Il mio è un ragionamento per dire che tra Destro e Doumbia, mi tengo Osvaldo. Il parametro zero ha una soluzione alterna, raramente chi non paghi si dimostra un affare. Vendere, spesso e volentieri, un giocatore titolare complica le cose. Uno come Benatia ti copre certe falle. Nel discorso generale, su certi ruoli chiavi, hai investito poco.”

 

UBALDO RIGHETTI (TeleRadioStereo) : “In ogni campionato ci sono momenti di difficoltà, e in questi casi è essenziale avere giocatori con una grande personalità. Non per forza il calciatore tecnico ti salva in situazioni del genere.”

 

ALESSANDRO AUSTINI (TeleRadioStereo) : “Credo che sul discorso stadio ci sia una verità pubblica e una verità segreta. Mi sento di dire che la posa della prima pietra non avverrà nel 2015. Costruire lo stadio è la cosa più importante fatta nella storia della Roma, almeno dall’anno dello scudetto fino ad oggi. Eppure c’è gente che critica anche questo in questa città”

 

GABRIELE ZIANTONI (TeleRadioStereo) : “Handanovic e Cech sono gli obiettivi della Roma per la porta per la prossima stagione. La Roma sta cercando un portiere titolare che accompagni De Sanctis sulla via del tramonto.”

 

GALOPEIRA (TeleRadioStereo) : “Se veramente si mette la prima pietra nel 2015 per lo stadio mi dà tanto l’idea di un miracolo, calcolando la burocrazia italiana. Io non vedo l’ora di mettere il piede dentro lo stadio, perché è lo stadio dove gioca la Roma. Solo dopo penso ai possibili acquisti, visto che lo stadio di proprietà porterà soldi. Le parole di Totti dopo Cesena-Roma mi hanno emozionato e commosso”

 

MASSIMILIANO MAGNI (ReteSport) : “Florenzi, se schierato da terzino sinistro, sarebbe il migliore di chi c’è adesso, vista l’assenza di Balzaretti. Destro non verrà riscattato dal Milan? Forse potrebbe esser rinnovato un altro anno di prestito. Peraltro, se non dovesse essere riscattato, non rientri nemmeno dai soldi che hai speso per Doumbia”

 

UGO TRANI (ReteSport) : “Bisogna capire come vuoi allestire la rosa della prossima stagione. Mi preoccupa la situazione di Destro. A Milano non lo stanno apprezzando, lo fischiano. Non solo Destro non sta andando bene, ma è stato messo in discussione anche dall’allenatore. Se dovesse tornare Destro a Roma, ti ritrovi due giocatori che non convincono del tutto e che insieme li hai pagati più di 30 milioni.”

 

GUIDO D’UBALDO (Radio Radio): “Ieri è stata una giornata importante per capire gli scenari del nuovo stadio, giornata caratterizzata anche da un po’ di tensione. Immagino che le aspettative del sindaco e del Comune fossero diverse. Col progetto che verrà presentato entro il 15 giugno, hanno pensato che venga posta la prima pietra entro il 2015 … mi sembra una previsione fuori luogo”

 

DAVID ROSSI (Roma Radio): “Io vorrei rigiocare Roma-Milan, quei due punti persi là psicologicamente hanno creato qualche cosina, è la prima partita non vinta allo Stadio Olimpico. Delle 10 partite che restano Roma-Napoli ed il derby sono quelle più difficili, credo comunque ci sia la possibilità di fare tanti punti da qui alla fine. Quello che è stato detto in questo fine settimana sulla non-partecipazione di Totti alla trasferta di Cesena è imbarazzante, chi ha detto queste cose dovrebbe chiedere pubblicamente scusa”

 

 ILARIO DI GIOVAMBATTISTA (Radio Radio): “Io ho avuto tante delusioni quest’anno, Iturbe mi ha sconvolto per quello che non riesce a fare e per la sua valutazione. Doumbia è impacciato sul pallone. Maicon non si sa bene come sta. Ci sono 7/8 giocatori della Roma su cui non so se si può fare affidamento”

 

FRANCO MELLI (Radio Radio): “Per

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy