Sulle spalle del gigante. Dzeko apre e chiude

Giallorossi secondi, controsorpasso al Napoli. L’attaccante bosniaco supera Mertens nella classifica dei bomber: 17 gol

di Redazione, @forzaroma

La Roma si riprende il secondo posto, lasciato in prestito al Napoli per tre giorni, e si gode un temporaneo meno quattro dalla capolista, aspettando Crotone-Juve di oggi. Edin Dzeko fa doppietta, scavalca Mertens e ritorna in cima alla classifica cannonieri con 17 gol. Demolita la Fiorentina e 14a vittoria casalinga consecutiva in campionato: battuto il record che apparteneva alla Roma del 1930, quando si giocava a Testaccio.

Come riportato nell’edizione odierna de “La Gazzetta dello Sport”, per 25 minuti verrebbe voglia di scommettere sulla Fiorentina; Intorno alla mezz’ora, contrordine. La Roma comincia a martellare sulle fasce, stana i tre centrali viola e li obbliga ad allargarsi, specie Sanchez, martoriato da Emerson ed El Shaarawy. L’1-0 arriva su giocata elementare, per finalizzare la quale però servono giocatori laureati: tracciante di De Rossi in verticale per Dzeko; Sanchez si appisola e tiene il gioco il bosniaco che infilza Tatarusanu. La calligrafica Fiorentina cade sulle tabelline, che qui sarebbero i meccanismi difensivi.

La ripresa diventa una mattanza senza fine in cui la Roma denuda la Fiorentina, nel senso che ne sottolinea la fragilità difensiva. Fatti i conti, si scopre che DDR16 è entrato in 3 dei 4 gol: gli assist per 1-0 e 2-0 e il lancio ad avviare l’azione del 3-0. La Roma è questa, capace di tutto o di niente, a seconda di umore.

(S. Vernazza)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy