Roma, sette sberle capitali. E Di Francesco adesso trema

Roma, sette sberle capitali. E Di Francesco adesso trema

Che dominio, a segno anche Benassi, Muriel e Simeone (2). Dzeko, espulso, rischia grosso: c’è il dubbio che abbia sputato sull’arbitro

di Redazione, @forzaroma

Chiesa trascina la Fiorentina a un clamoroso 7 a 1 contro una Roma umiliata. Non c’è mai stata partita. La squadra di Pioli è apparsa più affamata, più lucida. Più forte. L’acquisto di Muriel è stato geniale. Ma nella Fiorentina c’è anche altro. C’é Veretout, c’è Benassi che continua a fare gol e c’è il Cholito che, anche se a partita chiusa, ha servito un assist e segnato due reti, scrive La Gazzetta dello Sport.

E la Roma? Un disastro su tutta la linea. Non hanno funzionato le scelte iniziali di Di Francesco che ora vede ballare la sua panchina. Pastore continua a essere un corpo estraneo nel progetto giallorosso. E quello che ancor più disturba è la superficialità con la quale gioca palloni importanti in mezzo al campo. Florenzi e Manolas ieri sono stati impresentabili. Ma c’è anche da dire che la linea difensiva non è protetta a dovere dal resto della squadra. Anche il tecnico ha precise responsabilità.

Il Chiesa-show inizia al 7’. Pastore perde palla, Benassi allarga per Mirallas che mette subito al centro. Manolos va fuori tempo e Chiesa fulmina Olsen. Dopo un palo di Cristante arriva il raddoppio viola. Deliziosa la verticalizzazione di Mirallas per Chiesa che brucia ancora il portiere giallorosso. La Roma sfrutta con Kolarov il momentaneo sbandamento della pacchetto arretrato viola, andando a segno con un siluro da fuori area. Ma è solo una parentesi dentro il monologo viola. La Fiorentina si rimette in moto e al 33’ beffa ancora una volta la difesa giallorossa.Di Francesco inserisce Dzeko al posto di un disastroso Pastore e Lorenzo Pellegrini per Nzonzi. Ma l’unico acuto giallorosso è un colpo di testa di Zaniolo. Il talento della Roma è uno dei pochi a restare a galla nel naufragio romanista. Poi, è ancora solo Fiorentina. Segna Benassi su assist di Muriel e al 27’ entra in scena anche Simeone che realizza assist e due gol. Finisce 7 a 1. La Fiorentina ha iniziato il 2019 alla grande. La Roma finisce in dieci per l’espulsione di Dzeko per proteste, ma forse anche perché ha sputato all’arbitro: ora il bosniaco rischia un lungo stop. Non sarà facile per i giallorossi assorbire questa batosta. Di Francesco è in bilico. Ma anche certe scelte di mercato restano incomprensibili.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy