Rivoluzione in difesa: la Roma si muove per Cragno, Magalhaes e Mancini

Rivoluzione in difesa: la Roma si muove per Cragno, Magalhaes e Mancini

Piace il brasiliano del Lilla e il d.s. può arrivare dai francesi: Campos

di Redazione, @forzaroma

Ma che volete che siano, nel calcio moderno, 1210 chilometri in linea d’aria? Quasi un “apostrofo rosa metto tra le parole “t’amo”” di cui parlava Cyrano de Bergerac. E così, lentamente, sta lievitando l’amore tra Roma e Lilla, cementata anche dalle voci della nuova rivoluzione di James Pallotta che riguarderà inevitabilmente anche il ruolo di direttore sportivo.
E al momento, insieme a Petrachi, Ausilio e al reggente Massara, viene molto considerato Luis Campos, 54 anni, portoghese, prima allenatore in patria, poi scout del Real Madrid e quindi direttore tecnico del Monaco, prima di diventare d.s. della società francese. Inseguito anche da Chelsea a Arsenal, il suo modello – scrive Massimo Cecchini su “La Gazzetta dello Sport” – è quello del Porto, un club che riesce a restare ai vertici nel proprio Paese e nella élite del calcio europeo.

Spuntano due piste che riguardano altrettanti giocatori del Lilla: il centrale difensivo Gabriel Magalhaes, 21 anni, brasiliano, che in questa stagione ha giocato finora 10 partite, ed il centrocampista con vocazioni difensive Boubakary Soumaré, 20 anni, francese di origine senegalese. Per ciascuno di loro il prezzo dovrebbe aggirarsi intorno ai 10 milioni, anche se Campos potrebbe anche spuntare condizioni migliori. D’altronde una cosa è certa: la difesa giallorossa è destinata ad essere significativamente rivoluzionata, visto che Manolas (che ha una clausola rescissoria di 36 milioni) sembra destinato all’addio, così come Karsdorp, mentre restano in stand-by Fazio, Marcano e Juan Jesus.
Parlando del reparto, sembra destinato a partire (direzione Premier) anche Olsen, visto che sono avviate le trattative per Alessio Cragno, 24 anni, portiere del Cagliari e nel giro azzurro.

Per l’allenatore oltre i soliti nomi italiani (Sarri, Gasperini, Giampaolo), la rete tessuta da Franco Baldini si allarga anche all’estero, tant’è che si fanno i nomi di Leonardo Jardim, tecnico del Monaco, e addirittura quello di Marcelo Bielsa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy