Riesame: Civita non andava arrestato

L’istanza dei difensore dell’ex assessore regionale del Pd è stata accolta, segnando un nuovo colpo di scena nella vicenda giudiziaria. Parnasi indagato anche per bancarotta fraudolenta

di Redazione, @forzaroma

Il 13 giugno scorso l’ex assessore regionale del Pd, Michele Civita, non doveva essere arrestato nell’ambito dell’inchiesta sul nuovo stadio della Roma. Lo ha stabilito ieri il Tribunale del Riesame accogliendo un’istanza dei difensori e segnando un nuovo colpo di scena nella vicenda giudiziaria che vede coinvolto il costruttore Luca Parnasi, scrive “La Gazzetta dello Sport“. Confermati gli arresti domiciliari per Adriano Palozzi, ex vice presidente del Consiglio regionale del Lazio di FI. Nel frattempo Parnasi, dal 15 giugno in carcere per corruzione, risulta indagato dalla procura romana anche per concorso in bancarotta fraudolenta: sarebbe al centro di un’inchiesta sulle «anomalie» nel fallimento della società di Gaetano Papalia, ex proprietaria dei terreni di Tor di Valle.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy