Kluivert sì, ora è fatta: “Roma, eccomi. Non vedevo l’ora di arrivare”. E spunta un 20% per Raiola

L’attaccante è sbarcato la notte scorsa nella Capitale. All’Ajax andranno circa 20 milioni, con una percentuale di rivendita pari al 9% da destinare agli olandesi

di Redazione, @forzaroma

Kluivert Jr. è un giocatore della Roma. Il 19enne attaccante dell’Ajax, per cui si sono accapigliati tanti club europei, è il 4° acquisto giallorosso per la stagione 2018-19, seguendo la scia di Coric, Marcano e Cristante. Nonostante manchi qualche dettaglio, ieri Justin, proveniente da Ibiza, è sbarcato a Roma poco dopo le 23, accolto da circa trecento tifosi romanisti, scrive Massimo Cecchini su “La Gazzetta dello Sport“. Quello della società giallorossa sembra profilarsi davvero come un affare, perché l’attaccante bonus compresi costerà poco meno di 20 milioni, con una percentuale di rivendita pari al 9% da destinare per l’Ajax e il 20% del valore del cartellino indirizzata all’agente Mino Raiola. In attesa di definire la questione dei diritti d’immagine, stamattina saranno effettuate le visite mediche a Villa Stuart. Data la presenza di James Pallotta nella Capitale, non è escluso che il presidente possa addirittura incontrare il nuovo acquisto di persona. Acquisto favorito anche da una telefonata di Totti a papà Patrick.

Nonostante la giovane età, il ragazzo è già entrato nel giro della nazionale olandese. L’amore paterno per il calcio non è filtrato solo in Justin, ma anche negli altri figli. Quincy, 21 anni, attaccante, ha giocato anche lui nelle giovanili dell’Ajax e nella scorsa stagione ha una sola presenza nel Vitesse. Ruben, 17 anni, è nell’Afc Amsterdam, ma come ruolo ha scelto la difesa. Non basta, resta il piccolo Shane, che a 9 anni ha già firmato un contratto con la Nike, ha una trasmissione di cucina su internet ed è ovviamente innamorato del pallone (è del Barcellona), ma che ha ancora molta strada da fare. Insomma, se si aggiunge che mamma Angela (van Hulten, ex moglie di Patrick da quasi un decennio) è personaggio particolare (con in passato anche qualche problema con la giustizia, così come il papà), si capisce come la famiglia Kluivert sia davvero particolare e unita quanto basta per segnalare che i tre fratelli e la madre, provenienti da Amsterdam, oggi accompagneranno Justin nella sua prima giornata romana. “Sono felice di essere alla Roma – ha detto il ragazzo a chi lo ha accolto –. Non vedevo l’ora che la trattativa fosse conclusa“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy