Derby di notte. Nainggolan: no deferimento

A 4 anni di distanza dall’ultima volta, torna la stracittadina alle 20.45. Ieri il belga ha avuto un colloquio con Spalletti a proposito del video diventato virale: al tecnico la gestione del caso

di Redazione, @forzaroma

Di notte il derby, di notte Radja Nainggolan e il video rubato. Prima l’ufficialità della stracittadina, che torna dopo 4 anni in orario serale (l’8 aprile 2013 l’ultima volta): Lazio-Roma, andata delle semifinali di Coppa Italia, si gioca il primo marzo alle 20.45. Un «esame» per le due tifoserie, unito al successivo Roma-Napoli del 4 marzo: dopo le due partite si valuterà se procedere immediatamente alla rimozione delle barriere dello stadio Olimpico o aspettare il derby di ritorno, scrive Davide Stoppini su “La Gazzetta dello Sport”.

Ieri Nainggolan ha avuto un colloquio con Spalletti a proposito del video diventato virale in cui diceva, tra l’altro, «odio la Juve da quando sono nato». I dirigenti hanno lasciato al tecnico la gestione del caso, come pure la decisione su un’eventuale multa. Da escludere, comunque, l’eventualità di un deferimento. Le frasi di per sé potrebbero prestare il fianco, ma manca il requisito della pubblicità delle stesse, necessario per procedere secondo l’articolo 5: in sostanza, non avendo Nainggolan pronunciato le parole di fronte a un microfono o a una telecamera, il deferimento non può scattare.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy