Capitan De Rossi fa l’americano. Ma pensa a Roma

In vacanza negli Usa, dove gli piacerebbe giocare, punta a una stagione super e al rinnovo coi giallorossi

di Redazione, @forzaroma

La California, o più in generale gli Stati Uniti, vanno bene in vacanza oppure in tournée. Ma per viverci no, almeno per ora. Perché Daniele De Rossi, alla vigilia della stagione numero 18 con la maglia della Roma, è completamente concentrato sul club giallorosso e su quella che sarà la sua ultima stagione a Trigoria, scrive Chiara Zucchelli su “La Gazzetta dello Sport“. Sulla carta però: è vero che il suo contratto scade tra 12 mesi, ma è vero anche che se starà bene come ha dimostrato nell’ultimo periodo, l’appuntamento con Monchi e la Roma è già fissato. In primavera, Daniele e il ds parleranno con sincerità e decideranno insieme cosa fare. Se proseguire ancora un’altra stagione – e la voglia c’è da entrambe le parti – oppure fermarsi.

Monchi sta rivoluzionando il centrocampo, di cui Daniele continuerà ad essere il leader, mentre il capitano se ne sta in vacanza. Ha staccato con la testa, ma non col il cuore: per questo si è informato sui nuovi acquisti, ha letto, ha salutato il suo amico Nainggolan. Tra una decina di giorni sarà a Trigoria per il ritiro, non una novità per lui, che lo aveva già fatto con Spalletti. De Rossi si ritroverà in squadra Pastore, che qualche anno fa sarebbe potuto essere suo compagno al Psg, Cristante, il giovane Coric, Strootman e Pellegrini, mercato permettendo. L’olandese e Florenzi sono i compagni che ha da più tempo, per il resto sarà l’ennesima Roma diversa da quando ha iniziato. Gli Stati Uniti possono aspettare (un anno, forse due, forse per sempre), ma l’Italia no. Il suo richiamo si fa sempre sentire.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy