Trequarti di Champions

Trequarti di Champions

Roma in emergenza in vista della sfida con il Cagliari dal sapore d’Europa: i dubbi sono sia tecnici sia tattici

di Redazione, @forzaroma

E alla fine, una speranza – anche se non dal primo minuto – la culla anche Pastore, che non si vede in campo dal derby (era il 2 marzo, prima di allora sette panchine consecutive), scrive Alessandro Angeloni su Il Messaggero.

Ora, per mancanza di avversari, torna alla ribalta il suo nome per il ruolo che sente suo, quello dietro le punte: assenti Cristante, Zaniolo più De Rossi, chi gioca sulla trequarti nel 4-2-3-1? Oppure Ranieri valuterà l’idea di rimettersi 4-4-2 (o 4-4-1-1) con una seconda punta vicino a Dzeko e non un trequartista? Il dibattito è aperto.

Pastore, senza dubbio, è un’opzione in corsa, Ranieri lo sta studiando e valutando in questi giorni. Lui è a posto fisicamente e una chance pensa di meritarla.

L’ipotesi più facile, anche se in passato non ha dato risultati entusiasmanti, è riproporre Schick vicino a Dzeko, in una sorta di 4-4-1-1 (quello contro la Spal, tanto per ricordare). Schick o Pastore (in corsa) per il Cagliari, insomma: la strana coppia da recuperare e rivitalizzare.

Patrik nelle sette gare con Ranieri, solo due volte è rimasto a guardare, con Fiorentina e Inter, le altre in un modo o nell’altro è sempre stato impiegato, segnando pure un gol, che sembrava ben augurante, nella prima ranieriana contro l’Empoli. Con la presenza di una seconda punta al fianco di Dzeko, il resto dell’attacco dovrebbe essere composto da El Shaarawy e Under, oppure Kluivert.

Un’altra ipotesi, provata in questi giorni, per non cambiare troppo fisionomia della squadra e lasciare un po’ tutti al loro posto è: alzare in mediana Florenzi e schierare il tridente classico, composto da Under, Dzeko ed El Shaarawy. In questo 4-3-3 difranceschiano, Pellegrini agirebbe da mezz’ala, pronto ad alzarsi dietro le punte in alcune fasi della partita, Nzonzi sarebbe il centrale. Jesus ha già dimostrato di poter, all’occorrenza, fare il terzino destro (l’ha fatto con l’Udinese), e Florenzi si è sempre reso disponibile ad agire in vari ruoli, questa poi è la posizione che ricopriva all’inizio della sua avventura in giallorosso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy