Stadio Olimpico, la Nord sciopera contro la divisione della curva

“Tessera del tifoso, biglietti nominativi e divieto di vendita dei tagliandi allo stadio, rappresentano tutte misure che rendono chiara l’ipocrisia di chi, senza aver mai messo piede in una curva, emette questi provvedimenti”

di Redazione, @forzaroma

Dalla prossima stagione, in occasione delle partite di Lazio e Roma, le curve dello Stadio Olimpico saranno divise, come disposto dalla Prefettura. Una decisione, però, non gradita dagli ultrà biancocelesti.

 

«È l’ennesima prepotenza verso tutto il popolo laziale. Tessera del tifoso, biglietti nominativi e divieto di vendita dei tagliandi allo stadio, rappresentano tutte misure che rendono chiara l’ipocrisia di chi, senza aver mai messo piede in una curva, emette questi provvedimenti – lamentano in una nota.Ci dicono di voler riportare le famiglie allo stadio, ma di fatto le allontanano. L’intento è chiaro: svuotare gli impianti. Anche stavolta, però, non andrà così; la Curva Nord resterà al proprio posto, libera e ribelle, così come è nata. Ci dividete la curva a metà? Tiferemo il doppio! La dividete in quattro? Tiferemo il quadruplo. Non abbiamo mai abbassato la testa di fronte a nessuno, non lo faremo neanche adesso».

 

Ma lo ‘zoccolo durò della tifoseria laziale non assisterà al primo match casalingo della squadra di Pioli: «abbiamo deciso però di non entrare allo stadio, per dare un segnale della nostra disapprovazione e del nostro sdegno». E, ma questa è una questione tutta laziale, non si abbonerà «fino a campagna acquisti conclusa».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy