Spalletti critica il ds: “Parlare ora è sbagliato”

“Tutto quello che si farà il prossimo anno si costruisce adesso e questi discorsi oggi non si possono e devono fare. Né i giocatori né i dirigenti”

di Redazione, @forzaroma

Per come si era messa la partita il gol di Nainggolan fa tirare un sospiro di sollievo ai tifosi giallorossi. Anche perché, se il pareggio con l’Inter allontana la Roma dal secondo posto, come scrive Stefano Carina su Il Messaggero, l’avvicina al terzo.

Spalletti si mostra soddisfatto: «Il risultato può essere giusto anche se dopo il pareggio mi aspettavo qualcosina in più».

Poi analizza la partita: «Il gol subito? Ruediger scivola subito dietro, avevamo Manolas e si poteva difendere con un due contro due. Abbiamo sbagliato a gestire un pallone semplice. Florenzi? Se difende, Alessandro va in difficoltà. Se invece attacca, allora è l’avversario che lo deve rincorrere. Le cose o le facciamo o le fanno gli altri». A proposito di errori, inevitabile la domanda su Dzeko, anche ieri poco incisivo sotto porta: «È strano quello che a volte gli succede, ha fatto delle scelte a volte dubbiose ma si è impegnato. Lui ha comunque tutte le caratteristiche per essere un attaccante forte. Si va avanti con lui».

Inevitabile la domanda su Sabatini che nel pre-gara ha confermato di aver rassegnato le dimissioni «Ha sbagliato. Lui ha contribuito ai successi e a disegnare questa squadra. È come se un giocatore venisse a dire ora che vuole andar via a fine anno. Lo ripeto, Walter ha sbagliato.Tutto quello che si farà il prossimo anno si costruisce adesso e questi discorsi oggi non si possono e devono fare. Né i giocatori né i dirigenti».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy