Roma, strano ma Veretout

Roma, strano ma Veretout

Il francese, mai utilizzato nei 10 test estivi, torna a disposizione e punta alla convocazione per la sfida di domenica con il Genoa. Il centrocampista si sposa bene con il piano di Fonseca. Pellegrini può avanzare e rendere più efficace l’attacco

di Redazione, @forzaroma

Finalmente Veretout. C’è anche il francese nel gruppo che preparerà, da oggi pomeriggio, il debutto in campionato. Fonseca non aspetta altro di averlo a disposizione per dare un senso al suo lavoro, mettendo Jordan al centro della Roma. Il tecnico stamattina deciderà se farlo giocare (con Pastore) oggi pomeriggio, ore 18 al Tre Fontane, nel test della Primavera contro il Trastevere.

Il posto da titolare, in mezzo al campo, è suo. Perché, pure se non è il classico play, Veretout sa come comportarsi in quel ruolo, scrive Ugo Trani su “Il Messaggero”. Il dinamismo è la sintesi delle sue caratteristiche. Che lo fanno essere incursore e palleggiatore. Il francese farà coppia quasi sicuramente con Cristante, dando la possibilità a Pellegrini di alzarsi da trequartista. Così l’allenatore potrà scegliere la posizione ideale per Zaniolo nel rombo offensivo. Nicolò può scivolare a destra, ma non è da escludere che, quando partirà la giostra, lo troveremo anche a sinistra. Lì manca ancora il sostituto di El Shaarawy, miglior realizzatore nella scorsa stagione: l’idea di Petrachi è prendere Mariano Diaz.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy