Roma in viaggio verso il sogno

I giallorossi ripartono da Dzeko e Salah ma anche da Iago Falque. Garcia ha una rosa ancora incompleta. E Totti è pronto a vivere la sua ventiquattresima stagione con in testa lo scudetto

di Redazione, @forzaroma

L’attesa è finita, da domani si ricomincia a fare sul serio. A Verona, ore 18, scende in campo la nuova Roma, quella del terzo anno di Rudi Garcia. Si riparte e lo si fa, come scrive Il Messaggero, da Edin Dzeko, il centravanti spacca porte che in poco più di cinquanta minuti (contro il Siviglia) ha acceso le fantasie della tifoeria, segnando con due gol e fornendo un assist. Ma anche da Mohamed Salah altro acquisto importante di questa sessione di mercato. Garcia si ritrova una rosa migliorata ma non completata: avrebbe bisogno di un paio di terzini e forse, da qui alla fine di agosto, ne arriverà solo uno, Lucas Digne, un suo pupillo che ha già allenato.

La coppia centrale è affidabile ma non troppo collaudata, per via del lungo stop di Castan, che ha saltato in blocco tutta la stagione 2014/2015. Manolas è al secondo anno, sicuramente più pronto rispetto a quando ha impattato la serie A un anno fa. Dietro a loro, per adesso c’è solo Gyomber, aspettando Rudiger, difensore molto promettente ma che tornerà a disposizione dopo la sosta del campionato. Va bene Dzeko, va bene Salah, ma un altro acquisto importante si è rivelato quello di Iago Falque, arrivato nel silenzio estivo di giugno. La Roma riparte anche da lui. Garcia ne ha subito parlato bene e sembrava sincero. Nella Roma concepita con il tridente, non può che trovare posto lo spagnolo. E domani a Verona, con Dzeko e Salah, quasi sicuramente comparirà pure Iago Falque, elemento tattico dell’attacco.

Poi c’è il capitano. Francesco Totti, che per tanti è arrivato al capolinea della sua carriera e il cui contratto, ad oggi, dice che questa sarà l’ultima passerella con la maglia numero dieci sulle spalle, oggi c’è e resta un patrimonio. Un patrimonio che toccherà quota 300 gol con la maglia della Roma. Totti intorno a dicembre farà un punto della situazione e farà sapere se avrà voglia di continuare o meno, ascoltando poi gli intendimenti del club. Per adesso si appresta a vivere la sua ventiquattresima stagione con in testa lo scudetto. Nessun giallorosso ha mai vinto due titoli.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy