Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

Il Messaggero

Mourinho, Milano è centrale

Getty Images

Il tecnico ha recuperato Pellegrini, ma deve far fronte a tre positività accertate, sperando che non ne escano altre

Redazione

Dodici anni fa, il primo ritorno a San Siro. Da nemico. Giovedì, il bis, sempre a San Siro e sempre da nemico, scrive Alessandro Angeloni su Il Messaggero. C’era il Milan all’epoca e c’è sempre il Milan stavolta come avversario. La differenza è nella sostanza: Mourinho nel 2010 – dopo l’esperienza da trionfatore all’Inter – fece visita ai rossoneri da tecnico del Real Madrid ed era una partita di Champions, stavolta ci torna da allenatore della Roma, che ambisce a un posto nella coppa più importante. Il Meazza è stato il suo luogo del cuore, la sua casa ai tempi dell’Inter special, che ha portato fino al triplete e di sfide con il Milan ne ha vissute, e pure di eccitanti. Dal suo addio al nerazzurro, quello stadio lo ha frequentato davvero poco, le strade si sono separate nettamente: Milano è sempre stata lontana dopo le notti dei festeggiamenti per il triplete. Mai lì, ad esempio, ha giocato contro la sua Inter: la prima volta che ha incontrato la squadra nerazzurra è stato poco più di un mese fa ma all’Olimpico. A San Siro c’è stato una volta con l’Inter in campo, da ospite, spettatore gradito in tribuna: era il 20 febbraio del 2016, durante una sfida tra i nerazzurri e la Sampdoria. Contro il Milan, lo Special ha perso solo due volte in Italia: la prima, nel derby d’esordio, e l’ultima da allenatore della Roma, all’Olimpico lo scorso ottobre. In totale, otto partite, con quattro vittorie un pareggio e tre sconfitte (una con il Porto, nella finale di Supercoppa europea, nell’agosto del 2003). Stavolta Mou affronta un Milan che vuole lo scudetto, mentre la sua Roma arranca e insegue un posto in Champions, per il momento lontano sei punti. Mou ha recuperato Pellegrini, ma deve far fronte a tre positività accertate, sperando che non ne escano altre da qui fino al giorno della partita. Si va verso la conferma del 3-5-2, con il quale Mou ha chiuso l’anno. Arbitro della sfida della Befana, sarà Chiffi, al Var ci sarà Aureliano, quello che fece arrabbiare Mou a Venezia.