Mercato in riserva

Mercato in riserva

Stop improvviso alla trattativa per Rugani: divergenze economiche e perplessità tecniche. Schick è in partenza, più Lipsia che Schalke 04, la Roma pensa di sostituirlo con il croato Kalinic

di Redazione, @forzaroma

Fonseca aspetta ancora il suo difensore. A Trigoria scommettono forte su Cetin. Da capire se al turco si aggiungerà Rugani. C’è infatti da registrare una brusca frenata nella trattativa, dovuta alla mancata intesa tra la Roma e la Juventus. Al momento non c’è convergenza sui valori da dare a Riccardi e Celar, che entrerebbero nell’affare. Se per il talento della Primavera la distanza è esigua (10 la richiesta, 9 la proposta), per l’attaccante in prestito al Cittadella balla qualche milione. Il che va influire sulla valutazione finale di Rugani, scrive Stefano Carina su Il Messaggero.

La Roma come conguaglio non vorrebbe andare oltre i 15 milioni. La Juventus ne chiede almeno 22-23. E se queste divergenze si sommano alle perplessità di Fonseca, ecco spiegato lo stallo. Non dovesse riaprirsi la pista legata allo juventino, Petrachi – con il Toro ad un passo dall’eliminazione nei playoff di Europa League – potrebbe tornare alla carica per Nkoulou.  Il ds è però alle prese anche con le cessioni. Gonalons è richiesto da Rennes e Besiktas. Per Defrel la Sampdoria è avanti (ma c’è da capire cosa accadrà con la cessione del club: Sassuolo e Spal rimangono alla finestra), mentre si attendono mosse ufficiali per Schick. Il Lipsia e lo Schalke 04 sono in corsa. Se il ceco parte, la Roma ha riallacciato i rapporti con Kalinic. Il croato ha un contratto con l’Atletico Madrid sino al 2021 e guadagna 2,5 milioni.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy