Luis Enrique: “Non era calcio, ma pallanuoto”

di Redazione, @forzaroma

(ilmessaggero.it) Luis Enrique critica le condizioni del campo, promuove i suoi e si blinda sul futuro.


«Non è stata partita in nessun momento, era pallanuoto. Tutte e due le squadre hanno messo molta intensità e hanno fatto di tutto per vincere. Le ultime quattro partite? Ho parlato già molto delle precedenti, parlo solo di questa partita. Avevamo bisogno di vincere, ma non abbiamo avuto la possibilità di farlo. Pjanic? Ho tanta fiducia in lui, è stata una scelta tecnica ma aveva anche piccoli problemi fisici. In cosa mi ha convinto meno la squadra, gioco o carattere? Non ho nulla da recriminare, abbiamo avuto alti e bassi ma questo non il momento di fare bilanci».

La fase difensiva. «Noi pensiamo partita dopo partita. Siamo stati sempre vicinissimi perché il campionato è stato sorprendente e spettacolare. E’ stata vicina la possibilità di arrivare alla Champions, altre volte no. I numeri dicono che manca qualcosa nella fase difensiva. Eppure sulla difesa abbiamo lavorato molto. De Rossi? E’ un regista, ma quando c’è emergenza deve giocare anche difensore centrale. Molto stress dalla panchina? Non è stato un anno molto felice, l’allenatore sa che deve accettare le critiche».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy