La Roma ora gioca in difesa

Fonseca deve sistemare il reparto arretrato che perderà Fazio, Kolarov e Juan Jesus. Servono almeno tre sostituti

di Redazione, @forzaroma

Tre difensori centrali. Non uno in meno. È questo l’obiettivo di Fienga e De Sanctis anche alla luce della scelta di Fonseca di continuare con la difesa a tre, scrive Stefano Carina su Il Messaggero.

Prima però ci sono da piazzare Fazio (Villarreal, Fiorentina e Cagliari il ventaglio di scelta per l’argentino) e Jesus (ha un accordo con il Genoa) che si aggiungeranno a Cetin (già in prestito al Verona) e Kolarov (promesso sposo dell’Inter).

Una volta poi ufficializzate le cessioni di Schick (26+2) al Bayer Leverkusen e quella di Karsdorp all’Atalanta (accelerazione improvvisa ieri: 1 milione più obbligo di riscatto a 7 che garantirà di pareggiare l’uscita per Ibanez) inizieranno le grandi manovre in entrata.

L’obiettivo principale è riprendere Smalling che ieri era presente al Trafford Training Center, dove i calciatori del Manchester United si sono recati per sottoporsi al tampone

Quello di riportare l’inglese a Roma è un pallino del Ceo. Qualcosa si deve però sbloccare visto che le parti sono ferme ormai da più di un mese sulle rispettive posizioni: 14 milioni l’offerta e 20 la richiesta.

Il secondo nome potrebbe uscir fuori dalle grandi manovre che vedono coinvolti Napoli e Roma. A Trigoria si punta Milik, offrendo Under, Riccardi e 10 milioni. De Laurentiis però vuole anche Veretout e per il centrocampista più il turco mette sul piatto – oltre al centravanti – anche il cartellino di Maksmimovic.

Ma c’è di più. Perché ad entrambe le società è stato offerto l’argentino Marcos Senesi, classe 97, ex San Lorenzo e ora al Feyenoord al quale è bastato il primo anno in Olanda (tra l’altro nemmeno concluso per il Covid-19) per essere premiato come miglior difensore dell’Eredivisie. Centrale mancino, abile nel gioco aereo e nell’impostazione, ha concluso la scorsa stagione con 16 presenze e 1 gol. La valutazione si aggira sui 15 milioni.

Si valuta anche l’argentino Patricio Nehuen Perez, classe 2000, di proprietà dell’Atletico Madrid che la scorsa stagione ha giocato con il Famalicao nella Liga portoghese.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy