Inchiesta stadio, primi patteggiamenti: “Campidoglio e Regione parti civili”

Inchiesta stadio, primi patteggiamenti: “Campidoglio e Regione parti civili”

Pena sospesa e ridotta per due dipendenti di Parnasi ai quali è stata contestata l’associazione a delinquere

di Redazione, @forzaroma

Stadio di Tor di Valle, arrivano i primi patteggiamenti. Ieri, davanti al gup, Costantino De Robbio, chiamato a pronunciarsi sull’associazione a delinquere capeggiata dal costruttore Luca Parnasi per realizzare il progetto dello stadio della Roma, due dei quindici imputati hanno manifestato la volontà (e un accordo con la procura) di patteggiare, come riporta Il Messaggero.

Per Giulio Mangosi, difeso dall’avvocato Stefano Valenza, e Luca Caporilli, difeso dall’avvocato Michelangelo Curti, si prospetta una condanna a due anni. Anche se per Mangosi la pena, sospesa, potrebbe ridursi ancora. Entrambi i dipendenti di Parnasi, ai quali è stata contestata l’associazione a delinquere, dovranno pagare le spese della presunta corruzione, somme di poche migliaia di euro commisurate alle mazzette.

Intanto il gup ha accolto la costituzione di parte civile di Campidoglio e Regione Lazio, oltre che delle associazioni Cittadinanza Attiva e Codacons. A rischiare il processo, anche l’ex vicepresidente del Consiglio della Regione Lazio, Adriano Palozzi, l’ex assessore regionale e attuale consigliere Michele Civita, il capogruppo di Forza Italia in Consiglio comunale, Davide Bordoni, il soprintendente ai beni culturali, Francesco Prosperetti.

Le accuse sono a vario a titolo di associazione per delinquere, corruzione e finanziamento illecito. I pm ipotizzano una presunta corruzione nell’ambito della variante del progetto per lo stadio. 

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Un tifoso - 10 mesi fa

    È quindi accertato che l’inchiesta è su “presunta corruzione nell’ambito della variante del progetto dello stadio”. Se si vuole fare lo stadio bisogna voltare pagina e trovare un’area più idonea di circa 20ha dove realizzare i 150.000 mc necessari per lo stadio e le superfici commerciali e di intrattenimento accessorie e basta. L’area scelta poi deve essere già dotata di linea del ferro e di viabilità pubblica complessa e articolata, con diverse vie di fuga, e ce ne sono.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy