Il Cigno (nervoso) di Sarajevo vuole ricominciare da tre

Il bosniaco nel 2016 segnò ai cechi una straordinaria tripletta con la quale incantò l’Olimpico e l’Europa

di Redazione, @forzaroma

Il 24 novembre 2016 la Roma, in Europa League, ospita all’Olimpico i cechi del Viktoria Plzen nella penultima partita del Gruppo E dominato dai giallorossi. È la gara di ritorno, all’andata uno pari. La formazione che Luciano Spalletti mandò in campo quella sera non esiste più, allenatore compreso, come riporta Mimmo Ferretti su Il Messaggero.

Al punto che stasera, cioè meno di due anni dopo, sono attesi dall’inizio soltanto due di quegli undici titolari:
Fazio e Dzeko. Edin, il Cigno nervoso di Sarajevo, non può aver dimenticato quella serata, una tra le più belle vissute con la maglia giallorossa sulle spalle per via di una straordinaria tripletta con la quale incantò l’Olimpico e l’Europa. Da cineteca la sua prima rete, di sinistro, con un diagonale terra-aria da posizione defilata dopo aver dribblato mezza difesa ceca nel cuore dell’area avversaria. Palla all’incrocio dei pali e tanti saluti al Viktoria.

Stasera, Edin sarà ancora al centro dell’attacco della Roma.  Ha segnato solo nelle prima gara di campionato, qualche giorno dopo Ferragosto, ed è indubbio che la faccenda, cioè il digiuno gli dia fastidio. “Un gol potrebbe fargli ritrovare serenità, Edin va coccolato”, la sentenza di Di Francesco.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy