Edin e Ciro, le armi in più per progetti ambiziosi

La Roma e la Lazio hanno avuto la spinta decisiva dai due attaccanti

di Redazione, @forzaroma

Mentre il centro d’Italia tremava per le scosse di terremoto, il campionato ha messo in scena un turno infrasettimanale per nulla banale.
Se la Juventus ha fatto il suo piegando con discreta facilità la Sampdoria e il Napoli ha superato l’Empoli, i risultati più significativi per la classifica sono arrivati dalle squadre romane. Due gli uomini simbolo dei loro successi: Dzeko e Immobile.

All’Olimpico di goleada, a Reggio Emilia di rimonta, Roma e Lazio hanno avuto la spinta decisiva dai due attaccanti. Non a caso uno primo, l’altro secondo nella classifica cannonieri. Con due calciatori così tutto diventa più semplice e, soprattutto, rende naturale pensare in grande. Lo sanno soprattutto Spalletti e Inzaghi, a cui non fa certo difetto l’ambizione. Il secondo e il quarto posto, dopo le prestazioni di ieri sera, hanno un peso diverso.

La Roma, ottenendo la sua quarta vittoria consecutiva, nonostante un primo tempo incerto, ha messo in mostra forza e determinazione, qualità necessarie per non mollare la Juventus, e recitare da protagonista. La Lazio, mettendo la partita al sicuro dopo soli 22 minuti, ha cancellato le paure che l’accompagnano e l’hanno spesso frenata nel momento di spiccare il volo.

La decima giornata ha avuto anche un altro attaccante come protagonista: Mauro Icardi. Con la sua doppietta ha ridato ossigeno all’Inter, salvando la panchina di de Boer. Se per i neroazzurri sarà stata la partita della svolta lo scopriremo molto presto. Il campionato infatti va di fretta, tra due giorni è già tempo di verifiche. Il calendario propone uno Juventus- Napoli il cui risultato non coinvolgerà solo le due squadre in campo. Il campionato sta diventando più interessante di quello che si pensava, soprattutto per le due formazioni romane.

(M.Caputi)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy