Salvate il soldato Zaniolo. La mamma: “Voleva lasciare il calcio, lo aiuteremo a rinascere”

Il numero 22 giallorosso potrebbe operarsi in Austria

di Redazione, @forzaroma

Nicolò ha pensato di smettere. Lo dice emozionata, col cuore di mamma ancora addolorato per aver visto un figlio in lacrime e ancora sotto choc per la seconda rottura del legamento crociato nel giro di 8 mesi, scrive Francesco Balzani su Leggo.

Francesca Costa, intervistata da Te la do io Tokyo, racconta i giorni di dolore di Zaniolo: “Lo rincuora leggere o sentire le storie dei suoi colleghi che hanno avuto lo stesso problema (come Milik e Perin, ndr). All’inizio aveva detto Ora smetto, l’aveva presa così, gli era venuto un po’ di sconforto. Gli hanno spiegato che ha una muscolatura molto importante e che i legamenti erano leggeri. L’ho visto davvero giù, sono giorni difficili. Ha pianto molto, pensava che qualcuno gli avesse fatto il malocchio”.

Poi però mamma Francesca sorride: “In queste ultime ore l’ho rivisto carico, si sta riprendendo. Ora Nicolò dice li ho rifatti entrambi e torno più forti di prima. Lo vedo motivato a tornare”.

Ancora non ha deciso dove operarsi anche se la scelta sembra ricaduta sulla clinica di Innsbruck: “Stiamo valutando. C’è una possibilità di andare in Austria, ma in questo momento non sappiamo nemmeno noi dove si opererà e quando. Entro lunedì deciderà. Villa Stuart? Non credo, ma non per il Professor Mariani. È solo per una soluzione psicologica, vogliamo evitare di fargli rivivere lo stesso percorso”.

Otto mesi fa, quando Nicolò si infortunò per la prima volta, i genitori non lo lasciarono un secondo. Stavolta Igor Zaniolo e sua moglie Francesca sono tornati in Liguria. Li aspetta l’altra figlia, Benedetta, che lunedì riprenderà la scuola, ma torneranno prima dell’operazione.

Nel frattempo proseguono i messaggi di supporto. Significativo quello del presidente Fifa Infantino:”Tornerà sicuramente più forte di prima. Quando ci sono infortuni del genere ci si pongono domande se è giusto o no giocare e perché farlo solo in Europa. Penso che dobbiamo imparare dalle situazioni, anche per quanto riguarda il formato e come ridurre il numero di partite in generale dando possibilità di recupero”.

Messaggio al miele pure da parte di Nesta: “Mi sono operato dieci volte ma sono arrivato fino a 38 anni. E’ talmente forte che tornerà al suo livello, dovrà curare le ginocchia come due figli. Totti? Deve tornare alla Roma”.

Mercato: Dzeko sembra orientato a restare mentre Fazio oggi passerà al Cagliari. In entrata arriva Smalling, e c’è un tentativo per Pezzella della Fiorentina.

AMICHEVOLE – Ieri la Roma ha giocato col lutto al braccio per Willy Monteiro ed invitato la famiglia del ragazzo ucciso a Colleferro allo Stirpe dove ha superato brillantemente 4-1 il Frosinone grazie ai gol di Karsdorp (oggi al Genoa?), Pellegrini, Mkhitaryan e Under che potrebbe sostituire Zaniolo in questi mesi. A sorpresa Cristante è stato schierato in difesa. Buona prova di Calafiori.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy