Si cercano nel Lazio gli stadi per ospitare il campionato di Serie A

Nel Lazio ci sono stadi a sufficienza: a Roma, oltre all’Olimpico, 5 campi all’Acqua Acetosa, poi Rieti, Frosinone e Tivoli

di Redazione, @forzaroma

Il professor Walter Ricciardi, che è consulente del ministro Speranza e della Figc, ha spiegato che è necessario “differenziare le aree per livello di rischio, stiamo proponendo di giocare al Centro-Sud“. Un’ipotesi che adesso viene presa in considerazione anche dalla Figc: Gravina, che prima era contrario, ora sta esplorando tutte le soluzioni, anche quelle estreme, scrive La Repubblica. La Lega di A non ne vuole sapere, al momento: ma che succederebbe se il prefetto di Brescia, alla ripresa del campionato, “intorno” a fine maggio-primi di giugno, chiudesse la stadio Mario Rigamonti? Il Milan ha già fatto sapere che sarebbe disposto a traslocare, tanto si gioca a porte chiuse. L’Inter non ne vuole sapere di lasciare il Meazza. Ma anche l’Atalanta si trova in una città, Bergamo, con tantissimi contagiati.

La Lega non può imporre ai club i campi neutri e si augura che da qui a 40 giorni la situazione si possa essere normalizzata. La Lega vorrebbe riprendere la “nuova“stagione con la Coppa Italia a fine maggio, e, a seguire, con le 12 giornate di campionato (più quattro recuperi) che restano. In un primo tempo si pensava di andare a Napoli, ma la presa di posizione del Governatore De Luca, che minaccia di chiudere la Campania, costringe a studiare anche altre soluzioni. Questa è possibile: le tre gare che ancora restano della Coppa Italia si giocherebbero tutte a Roma, stadio Olimpico.

Nel Lazio ci sono stadi a sufficienza: a Roma, oltre all’Olimpico, 5 campi all’Acqua Acetosa, poi RietiFrosinone e Tivoli. Sky magari si accontenterebbe di avere solo 6 telecamere invece di 12, e non ci sarebbero nemmeno Var e gol line technology. Ma qui siamo in emergenza e come dicono giustamente sia Gravina che Dal Pino bisogna fare il possibile e l’impossibile per finire questa stagione maledetta. Molte squadre del Nord quindi si sposterebbero al Centro Sud (chiaro che la Fiorentina, ad esempio, resterebbe a Firenze). Oltre al Lazio si era pensato anche a BariPalermoCatania ma ci potrebbero essere problemi magari coi governatori o coi sindaci mentre Roma è, e resterà, Città Aperta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy