Roma, niente campionato ma “sì” all’Europa League: ecco l’idea della Uefa

Il governo europeo cambia idea: avanti anche se i tornei nazionali non ripartono. La Champions d’agosto come un Mondiale

di Redazione, @forzaroma

Il calcio italiano è sull’orlo della resa con la fine anticipata della Seria A che diventa una realtà sempre più concreta. L’Uefa, invece, non ha alcuna intenzione di interrompere la Champions ed Europa League. La possibilità che Juve, Napoli, Atalanta, Inter e Roma siano le uniche italiane a tornare in campo, sfruttando la coda europea, è solida. Si va verso una Super Champions sempre più simile a un Europeo o a un Mondiale, riporta “La Repubblica”.

La formula e le possibili date della Champions e dell’Europa League

Mantenere la formula attuale o snellirla, concentrando le partite dei quarti di finale in poi nelle Final Eight sul modello dei Mondiali di calcio, in un’unica sede. Dal 3 al 29 agosto le date scelte, ma sarebbe disposta a concentrare la coppa anche nelle ultime due settimane del mese e persino scavallare a settembre. Anche a costo di non restare l’unica manifestazione calcistica in corso.

Per le squadre di Serie A impegnate in Europa si manifesterebbero due problemi: dove allenarsi e dove giocare, vista la difficoltà di trovare un Paese che accoglierebbe squadre provenienti da Piemonte o Lombardia senza un periodo di quarantena. L’Atalanta ha assunto una posizione critica sulla ripresa del campionato così da potersi concentrare sulla Champions, al pari dell’Inter che punta all’Europa League.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy