Roma irriducibile, Garcia è una garanzia assoluta

di finconsadmin

(repubblica.it – A.Vocalelli) Con l’ottava vittoria consecutiva, la Roma ha tenuto vivo il confronto al vertice con la Juve. Certo, otto punti di vantaggio sono tanti, tantissimi, per i Campioni d’Italia, ma è pazzesco solo pensare che una squadra a 90 punti, a quattro giornate dalla fine, è costretta ancora a spingere sull’acceleratore. Il merito di tutto questo è di una Roma che non si è mai arresa, non ha mai mollato di un centimetro, non si è piegata neppure di fronte alla questione psicologica. Già, perché una qualsiasi altra squadra, sapendo il risultato della Juve che aveva finito di giocare da pochi minuti, conquistando un altro successo contro il Bologna, una qualsiasi altra squadra – dicevamo – avrebbe forse avuto un cedimento, accontentandosi di un secondo posto che vale comunque la Champions diretta. Invece no e stavolta è stato Nainggolan a spingere i giallorossi, andando a chiudere una bellissima azione dell’ex Ljajic.

 

Ma se la Roma ha avuto in Nainggolan il suo match winner, la Juve ha avuto nel solito Pogba il giocatore capace di aprire ancora una volta la partita. E forse non è un caso che proprio Pogba e Nainggolan abbiano messo il sigillo a questa ennesima giornata in parallelo, a dimostrazione che proprio il centrocampo – come succede alle squadre hanno e sanno sfruttare l’equilibrio – è il reparto che spinge il motore al massimo dei giri. Un centrocampo, sia quello della Juve che quello della Roma, capace di fare da schermo per la difesa e poi andare a risolvere le gare, sostituendosi in qualche caso agli attaccanti. Insomma, Juve e Roma stanno onorando il loro pazzesco campionato, fatto di risultati, di gioco, di equilibrio, di intensità, di intelligenza, di qualità. Due squadre che il prossimo anno ci rappresenteranno in Champions League, lasciando al Napoli la fatica di doversi qualificare attraverso i preliminari. Due squadre che sanno quello che vogliono e si stanno già muovendo per la prossima stagione. D’altronde Conte e Garcia hanno in comune la giusta ambizione di volere, pretendere, sempre di più. Sono loro le garanzie assolute per Juve e Roma.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy