Crisi giallorossa. Mercato bocciato “e niente acquisti”

Da inizio dicembre due vittorie, due pareggi e tre sconfitte. Monchi: “Acquisti? Le soluzioni vanno trovate dentro Trigoria”

di Redazione, @forzaroma

Se avessero messo in campo la stessa velocità con la quale a fine gara hanno raggiunto l’aeroporto di Fiumicino, i giocatori della Roma forse contro l’Atalanta non avrebbero perso. Tra MaldiveDubai e Sudamerica, il rompete le righe è arrivato – come da diritti sindacali stabiliti – al termine di una sfida che ha consegnato ai tifosi, nella settimana della sosta, una squadra svuotata, dietro alla quale sembra ormai impossibile provare a sognare. La sensazione lasciata è che si stia gradualmente disgregando tutto, e chissà se questi otto giorni di separazione potranno aiutare a fare chiarezza oppure restituiranno dei ragazzi ancora più in confusione.
I numeri sono impietosi: da inizio dicembre due vittoriedue pareggi e tre sconfitte, tra campionato e coppa Italia, con soli nove punti fatti in sette gare.
Di Francesco, anche lui sul banco degli imputati, che parla di squadra “Disunita, senza personalità e nel pieno di una involuzione”. Su questo campeggia il casoNainggolan, che ha accettato l’esclusione punitiva, pur non condividendola e ritenendola eccessiva. Vanno in fretta risistemati i pezzi, con Monchi che ha ammesso: “Per operare sul mercato bisogna avere i soldi e sapete la nostra situazione economica. Le soluzioni non vanno trovate sul mercato ma dentro Trigoria”. E anche in fretta, visto che, esclusi Kolarov e Pellegrini, a metà stagione, si può dire che la campagna acquisti estiva è stata se non bocciata, rimandata. Vedi Karsdorp (arrivato infortunato), MorenoGonalonsUnderSchickDefrel, che non hanno dato un contributo accettabile.

(F. Ferrazza)

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. fernandomattiacc_339 - 3 anni fa

    Volete un consiglio? via Di Francesco subito… prima che arrivi il tracollo, è meglio aria nuova ora che tre due mesi….

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy