Roma e Di Francesco, il futuro passa dalla famiglia Inzaghi

Roma e Di Francesco, il futuro passa dalla famiglia Inzaghi

In sette giorni la Roma andrà prima a Bologna contro i rossoblù allenati da Pippo e poi giocherà il derby contro la Lazio di Simone

di Redazione, @forzaroma

Il destino della Roma di Eusebio Di Francesco è nelle mani della famiglia Inzaghi. In sette giorni — con in mezzo il turno infrasettimanale all’Olimpico contro il Frosinone, mercoledì 26 settembre — la Roma andrà prima a Bologna contro i rossoblù allenati da Pippo (domenica prossima, ore 15) e poi giocherà il derby contro la Lazio di Simone (sabato 29, alle 15), come riporta il Corriere della Sera.

Dopo il triste rientro da Madrid, ieri, la Roma si è allenata nel pomeriggio e Di Francesco ha parlato alla squadra. Il momento è difficile e, sia dopo il 2-2 con il Chievo che dopo lo 0-3 di Madrid, la curva Sud ha iniziato a contestare pesantemente il presidente Pallotta allo stadio. Sui social, invece, i “leoni da tastiera” hanno riempito di insulti i post messi dalla società giallorossa per il cinquantesimo compleanno del d.s. Monchi, sempre più bersagliato per una campagna trasferimenti che ha visto partire Alisson, Nainggolan e Strootman (l’olandese quando era già chiuso il mercato in entrata).

I “vecchi” della squadra — Fazio e Kolarov su tutti, ma anche Dzeko che ha segnato un solo gol ed è sempre più nervoso in campo — sono irriconoscibili. I nuovi acquisti — a partire da Nzonzi — sono ancora pesci fuor d’acqua. Il famoso “progetto giovani” vede Bianda retrocesso in Primavera, Coric e Luca Pellegrini nemmeno convocati per Madrid, Cristante e Lorenzo Pellegrini in panchina al Bernabeu e Kluivert addirittura in tribuna, con il suo procuratore Mino Raiola pronto a scendere sul piede di guerra.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy