Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

Il Corriere della Sera

Rocchi: “Se un arbitro non va alla Var, non lo chiamo più”

Getty Images

Il designatore arbitrale sarà molto severo riguardo il mancato utilizzo della video analisi. E intanto la Figc pensa alla sperimentazione

Redazione

La centrale unica della Var è un sogno che diventa realtà, un progetto che ad aprile sembrava irrealizzabile in breve tempo“. L’osservazione è del presidente della Federcalcio Gabriele Gravina, ieri a Lissone per inaugurare la nuova sala centralizzata dove gli arbitri addetti alla Var si sono già recati nei sette turni disputati.

Come riportato su Il Corriere della Sera, nel campo delle innovazioni la Figc sta meditando di iniziare la sperimentazione a livello giovanile, per modificare (rendere meno severa) l’applicazione delle regole del fuorigioco. L’orientamento è il ritorno al concetto di “luce” tra difensore e attaccante.

L’episodio Handanovic in Sassuolo-Inter continua a far discutere. “È soggettivo, come tale va lasciato all’interpretazione dell’arbitro in campo. Bisogna accettare che valuti un’azione diversamente dalla maggioranza – sottolinea il designatore Gianluca Rocchi -. Sarebbe folle solo pensare che un direttore di gara si rifiuti di andare alla Var, se lo scoprissi non arbitrerebbe più“.