Reazione Roma: «Adesso ripartiamo»

di Redazione, @forzaroma

(Corriere della Sera – G.Piacentini) «Vinciamole tutte e poi vediamo quello che succede». Ci pensa Daniele De Rossi a suonare la carica al termine della bella vittoria della Roma sul campo del Palermo.

Serviva una reazione dopo la sconfitta nel derby e le polemiche seguenti, e reazione c’è stata. «Il successo – ancora De Rossi a fine gara – è sempre la medicina migliore. Il derby è stata una partita particolare, era il secondo che perdevamo. Quello di Palermo è un campo difficilissimo ma siamo riusciti a giocare una bella partita. Abbiamo fatto molto bene nel primo tempo, nel secondo invece c’è stata sofferenza ma era normale che fosse così». Segnali di risveglio e anche una maggiore attenzione nella fase difensiva. «Sin dall’arrivo con il pullman c’è stata un’attenzione maniacale, chissà che non cambi qualcosa, che sia di buon auspicio – spiega Capitan Futuro – Non c’entra niente il calcio di Luis Enrique, se non sei sveglio e smaliziato fai fatica con qualsiasi modulo». (…)

Luis Enrique a fine partita è soddisfatto. «Sono contento – le sue parole – per la vittoria. Credo che alla fine abbiamo meritato i tre punti. Siamo scesi in campo con l’atteggiamento giusto e l’attenzione che ci voleva contro una buona squadra. Abbiamo fatto una bella prestazione e conquistato punti importanti per continuare a crederci». La squadra ha risposto bene. «Devo fare i complimenti a tutti perché abbiamo sbagliato poco. Nell’azione del gol “Coco” ha fatto un gran passaggio e Fabio una bella diagonale. Lamela è un calciatore di un livello incredibile, alla fine non ce la faceva più. Sono contento di averlo, così come Lobont che è un grande professionista e un grande uomo, è sempre pronto per la squadra. De Rossi come Mascherano? Giocatori come lui possono giocare ovunque, ma credo che renda di più come regista. Bojan? Ha giocato quando l’ho ritenuto giusto, sta facendo un buon lavoro, ha una qualità indiscutibile». Serafico il commento di Lamela. «L’importante era la vittoria. La mia posizione? All’inizio ho sofferto un poco ma ora mi sto abituando. Mi piacerebbe giocare trequartista e mimanca un po’ il gol».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy