Pjanic, l’allarme è rientrato In attacco sicuro solo Osvaldo

di Redazione, @forzaroma

(Corriere della Sera – G.Piacentini) – Pjanic sta bene, e Luis Enrique può tirare un sospiro di sollievo.

Le condizioni del bosniaco, che giovedì aveva abbandonato in anticipo l’allenamento a causa di un lieve affaticamento muscolare, avevano fatto correre un brivido lungo la schiena del tecnico spagnolo che per la gara col Novara (domani alle 12.30) ha già una lista di indisponibili (Burdisso, Juan, Cassetti, Lobont, Curci, Greco, Borini e Heinze) abbastanza lunga. L’ex centrocampista del Lione, invece, ieri si è allenato regolarmente ed è parso in buona forma, realizzando un bel gol in pallonetto a Stekelenburg nella partitella in famiglia. In attesa della rifinitura di oggi, la squadra che affronterà la formazione di Tesser comincia a prendere forma: le certezze però sono di meno rispetto ai ballottaggi. Di sicuro c’è l’arretramento di De Rossi al centro della difesa al fianco di Kjaer.

«L’infortunio alla caviglia – il tweet quotidiano del difensore danese – non mi procura nessun fastidio. Col Novara ci sarò». Deciderà il campo, viste le sue ultime prestazioni, se è una buona notizia per la formazione giallorossa. Nessun dubbio nemmeno sull’utilizzo di Fernando Gago, che giocherà davanti alla difesa al fianco di Pjanic, ma ci sono ancora molte caselle da riempire. Il tridente offensivo, ad esempio, è in alto mare: sono in quattro a giocarsi tre maglie, e forse per la prima volta in stagione partono tutti alla pari. Luis Enrique dovrà decidere se andare sul sicuro, con Totti alle spalle di due attaccanti (Osvaldo e uno tra Bojan e Lamela) oppure riproporre l’ex River Plate nel ruolo di trequartista: in questo caso l’escluso potrebbe essere proprio il capitano, che col Novara in carriera non ha mai giocato visto che nell’unico precedente (quello dell’andata) era assente. (…)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy