Osvaldo sta male. Forse salta Florida e Napoli

di Redazione, @forzaroma

(Corriere della Sera – L.Valdiserri) Un freddo sferzante, non in linea con le temperature della Florida in questa stagione, e un certificato medico arrivato dall’Argentina dal medico di Dani Pablo Osvaldo. Il secondo giorno di allenamento della Roma, sui campi dell’Espn Wide World of Sports Complex, porta un paio di preoccupazioni inaspettate a Zdenek Zeman, che si lascia scappare un «Non mi sarei mai aspettato un clima così». Colpa della perturbazione che ha mandato in congelatore il Nord degli Stati Uniti e che si è infilata anche nel «buen» ritiro invernale degli americani.

 

Temperature minime intorno ai 4 gradi,ma con un vento gelido (wind chill) che abbassa la percezione vicino allo zero. Il gelo non ha inciso sul buonumore, con i soliti «battutari» del gruppo che questa volta hanno messo in mezzo il preparatore dei portieri, Nanni, accusato di tirare più forte a Stekelenburg e Lobont piuttosto che a Goicoechea. Un clima sereno da college americano, con la presenza dello stato maggiore (Pallotta, Zanzi, Baldini, Baldissoni), in attesa della conferenza stampa per la presentazione dell’area destinata a ospitare il nuovo stadio.

 

E con Pallotta pronto a fare il meteorologo, garantendo che nei prossimi tre giorni il clima tornerà mite. Ma, vatti a fidare: Pallotta è quello che si è buttato vestito in piscina a Trigoria, nel gennaio scorso, sotto gli occhi increduli dei giocatori giallorossi, e che ieri stava in giacca e camicia. A diversa latitudine – Buenos Aires – il freddo ha fatto male a Dani Osvaldo, che ieri ha mandato ai medici della Roma un certificato medico che spiega il suo ritardo: influenza. I sanitari giallorossi hanno contattato il giocatore e stanno decidendo quando – e soprattutto se – farlo arrivare in Florida.

 

Da un lato c’è la voglia di avere il gruppo al completo – ieri si sono allenati anche Marquinho, Marquinhos, Burdisso e Lamela – dall’altra c’è la cautela per non peggiorare una situazione che in questi giorni non era sotto il controllo diretto deimedici giallorossi. Nella migliore delle ipotesi, Osvaldo potrebbe mettere nelle gambe un paio di allenamenti prima del ritorno a Roma, il 3 gennaio. Bastano per presentarsi in forma a Napoli e, soprattutto, per far digerire un’eventuale panchina a Mattia Destro che del Capodanno americano si è sciroppato tutto: lungo viaggio, jet lag e allenamenti con qualsiasi temperatura?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy