La doppia Roma di Eusebio, una giovane e una anziana. Monchi torna senza N’Zonzi

Il tecnico potrà mescolare l’esuberanza di talenti giovanissimi e ancora non del tutto espressi o la forza fisica di Cristante e dei due Pellegrini, con l’esperienza di Fazio, Marcano, Dzeko e Kolarov

di Redazione, @forzaroma

Ci sono 105 anni di differenza – 98 se in porta consideriamo Olsen (28) e non Mirante – tra la Roma più “vecchia” a disposizione di Eusebio Di Francesco e quella più “giovane”. La somma degli anni della formazione più esperta è di 333 (326 con in porta lo svedese) mentre quella più giovane arriva a 228, con un’età media di 20,7 contro 30,2 (29,6 con Olsen), come riporta il Corriere della Sera.

Di Francesco, insomma, avrà a disposizione una Roma per tutte le occasioni e potrà mescolare l’esuberanza di talenti giovanissimi e ancora non del tutto espressi, come Justin Kluivert e Ante Coric, o la forza fisica di Cristante e dei due Pellegrini, con l’esperienza di Fazio, Marcano, Dzeko e Kolarov.

Alla guida del secondo gruppo c’è Daniele De Rossi, che con i suoi 35 anni appena compiuti e il ruolo di capitano, è senza dubbio il leader della squadra e il punto di riferimento per tutti.

Una rosa eterogenea è anche il modo per smentire un paio di luoghi comuni che accompagnano allenatore e d.s.: 1) non è vero che Di Francesco è bravo solamente con i giovani; 2) non è vero che Monchi sul mercato cerca solamente calciatori di prospettiva. La prima considerazione è stata superata dai fatti già nella passata stagione, la seconda da un mercato in cui sono arrivati giovani come Kluivert, Coric, Bianda e Cristante, ma anche esperti come Marcano, Santon, Olsen ma soprattutto Javier Pastore. Dovrà essere Di Francesco a trovare la sintesi perfetta tra queste due anime che convivono all’interno della stessa squadra.

Il compito di Monchi, in questi ultimi giorni di calciomercato, è dare il tocco definitivo alla squadra. Dopo la beffa di Malcom, però, il d.s. si è trovato in una situazione non facile: per far dimenticare ai tifosi la cessione di Alisson al Liverpool serve un “colpo”, ma tutti i club sanno che i giallorossi hanno incassato 62 milioni di euro (più 10 di bonus) per il portiere e alzano i prezzi. Così Monchi, ieri, è tornato a Roma dalla Spagna senza aver portato con sé N’Zonzi, convocato dal Siviglia per la Supercoppa spagnola contro il Barça. La trattativa è sempre più in salita.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy