Dzeko spreca e poi si riscatta: «Ma non tirerò più i rigori»

Il bosniaco sbaglia il secondo tiro dal dischetto dopo quello di Udine. Szczesny chiude la porta per la quinta volta nelle ultime sei gare

di Redazione, @forzaroma

Ai due estremi del campo la Roma ha due certezze: Edin Dzeko segna, Wojciech Szczesny para. Due facce della stessa medaglia ed entrambi contribuiscono come possono alla vittoria giallorossa. Il centravanti bosniaco, a segno da quattro giornate consecutive, ha vissuto una gara dai due volti: prima ha sbagliato il secondo calcio di rigore in Serie A dopo quello di Udine, ma poi ha realizzato il gol della sicurezza, il suo diciottesimo in campionato, il venticinquesimo in questa stagione finora entusiasmante. Ma al termine della partita l’ex Manchester City ammette: «La prossima volta lascerò calciare qualcun altro. È una cosa normale, succede, l’importante per noi era fare risultato e ci siamo riusciti. Proveremo a vincerle tutte fino alla fine, senza guardare che cosa fanno gli altri. Ora ci attende un periodo in cui dovremo affrontare tutte gare importanti, a cominciare dal Villarreal, una squadra forte che gioca a calcio come noi. L’assist di Salah? Lo ringrazio, sono contento del suo ritorno perché è un calciatore importante per noi».

La Roma torna da Crotone con tre punti e la tranquillità di avere, almeno per un’altra giornata, il Napoli alle spalle. In più, riporta Il Corriere della Sera, c’è un’altra sicurezza: il polacco tra i pali è sempre più determinante. La partita di ieri è stata l’undicesima in campionato (la quinta nelle ultime sei, la terza nelle ultime quattro trasferte) in cui Szczesny è riuscito a mantenere la porta inviolata. Nessun altro portiere ha fatto come l’ex Arsenal.

(G.Piacentini)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy