DiFra e il tabù Olimpico: “Roma, vincere e basta”

DiFra e il tabù Olimpico: “Roma, vincere e basta”

Il tecnico ha una media punti peggiore solo di Zeman in casa. Col Frosinone ora serve il riscatto

di Redazione, @forzaroma

Battere stasera il Frosinone, non perdere il derby di sabato e vincere martedì 2 ottobre contro il Viktoria Plzen il Champions League. Questo è il  minimo sindacale che Eusebio Di Francesco deve chiedere alla sua Roma perché il presidente Pallotta e il suo consigliere Franco Baldini non cadano in tentazione. Tre partite all’Olimpico e questo dovrebbe essere un vantaggio, anche se i dati di Di Fra nello stadio di casa, in campionato, non sono affatto buoni. Quello che era un fortino è diventato un tabù, riporta il “Corriere della Sera”: l’ultima vittoria in campionato all’Olimpico è datata 28 aprile 2018, Roma-Chievo 4-1. Ma è il momento dei fatti e si è fatto ricorso al ritiro nel centro sportivo Fulvio Bernardini: “È stata una decisione della società e  mia per compattarci e per analizzare le difficoltà che stiamo trovando”. L’indiscrezione su un litigio tra Dzeko e Florenzi a Bologna è l’occasione per ritornare su un discorso che Di Francesco sta ripetendo da giorni come un mantra: “Voi non avete mai visto i veri litigi tra calciatori, quando si litiga si litiga. Magari i miei litigassero di più. Avere senso di appartenenza non è solo quello di giocare nella Roma, ma è avere amor proprio come calciatori. Siamo tutti giustamente in discussione, ma c’è la voglia di rispondere in maniera differente”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy