Coppa Italia: dall’inizio De Rossi, Stek e Dodò

di Redazione, @forzaroma

(Corriere della Sera-G.Piacentini) Zeman lo ha mandato ancora una volta in panchina, ma l’Olimpico non ha avuto dubbi e nella gara con la Fiorentina a Daniele De Rossi ha riservato solo applausi. Nel farlo, i tifosi giallorossi si sono lasciati andare anche a qualche fischio, ingeneroso, nei confronti di Tachtsidis colpevole di avere «rubato» il posto a Capitan Futuro.

Se contro la formazione viola non fossero arrivati i tre punti, le polemiche sarebbero state roventi. E invece i risultati aiutano i tifosi a digerire anche le scelte più impopolari. La panchina, però, non aiuta De Rossi – che sabato sera ha toccato quota 400 partite in giallorosso – a ritrovare la tranquillità di cui avrebbe bisogno. «Non ci sono gerarchie», ha detto Zeman, e lo sta dimostrando, ridimensionando nei fatti il ruolo che ha sempre avuto Daniele all’interno della spogliatoio romanista. Possibile che De Rossi torni titolare domani sera in Coppa Italia contro l’Atalanta. L’occasione potrebbe essere propizia per vedere in campo gli altri calciatori poco utilizzati o reduci da infortuni: non Lamela (squalificato) ma Dodò (che ieri si è allenato a Trigoria nel giorno libero), Marquinho, Burdisso e magari Stekelenburg. Un altro che a gennaio potrebbe fare le valigie

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy