Chi li ha visti? Solo De Sanctis resterà

Con l’arrivo di Spalletti alcuni giocatori, che prima erano inamovibili, sono caduti nel dimenticatoio: Falque e Torosidis sono due esempi

di Redazione, @forzaroma

Il lavoro di Luciano Spalletti, dal suo arrivo ad oggi, ha valorizzato o recuperato molti calciatori che, con Garcia, non stavano rendendo. Il caso più evidente, come scrive Gianluca Piacentini su Il Corriere della Sera, è quello di Seydou Keita, diventato titolare inamovibile, ma non solo: da Salah a Florenzi, da Nainggolan a Pjanic, tutti hanno avuto un’impennata nelle prestazioni.

Qualcuno, invece, ha perso posizioni, come Iago Falque. Lo spagnolo, primo acquisto del mercato estivo e arrivato dal Genoa per 9 milioni tra prestito oneroso e diritto di riscatto (già esercitato), era uno dei più presenti con il tecnico francese: 1.336 minuti in 21 partite tra campionato e coppe. Con Spalletti è finito ai margini, e ha giocato solo 103 minuti in 4 presenze.

Un altro caduto nel dimenticatoio è Torosidis, che pure era partito titolare nella prima con Spalletti: 73 minuti contro il Verona, poi un minuto contro la Juventus prima di un guaio muscolare. Da quando è guarito, però, ha collezionato soltanto panchine. Con Garcia, invece, aveva giocato 13 volte per 653 minuti complessivi.

C’ è poi Salih Uçan che invece è rimasto sempre sotto traccia: praticamente inutilizzato con Garcia (181 minuti, compresi i 120 con lo Spezia in Coppa Italia), letteralmente sparito con il tenico toscano, visto che non ha mai messo piede in campo. Difficilmente a fine stagione la Roma pagherà 11 milioni di euro (ne ha già sborsati 4 e 750 mila euro per il prestito biennale) per riscattarlo dal Fenerbahce.

Un discorso a parte lo merita Morgan De Sanctis, che Pallotta vorrebbe dirigente o allenatore e che con Spalletti non ha mai giocato. È in scadenza di contratto, ma potrebbe rinnovare. Con Alisson impegnato con il Brasile alle Olimpiadi e Szczesny che tornerà in Premier, è possibile che sia lui il titolare nel preliminare di Champions, a metà agosto.

Torneranno alla base e sarà aruduo ripiazzarli in giro Iturbe, Ljajic e Doumbia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy