Baldini: «Grazie Luis Il progetto non è fallito»

di Redazione, @forzaroma

(Corriere della Sera – G.Piacentini) – «Il progetto non è fallito e la proprietà americana vuole investire ancora per far tornare grande questa squadra

perché era questo il loro obiettivo dopo aver speso tanti soldi per risanare la Roma. Il mio futuro? Lunedì rimetterò il mio mandato al giudizio del Cda: se loro non sono contenti me ne vado senza problemi. Ma non do le dimissioni». Il giorno dopo l’addio di Luis Enrique («Ha voluto dirlo prima ai calciatori, sono stati i suoi principali interlocutori tutto l’anno, anche se a noi lo aveva detto da un po’») tocca ancora una volta a Franco Baldini metterci la faccia.

Il direttore generale è il dirigente che più di tutti si è esposto per il tecnico spagnolo, quello che lo ha scelto, che lo ha sempre difeso e che fino alla fine ha provato a convincerlo a rimanere. «Luis Enrique – la sua ammissione a Sky – aveva deciso dopo Roma-Fiorentina, ma gli avevo chiesto di pensarci perché era una decisione presa dopo una sconfitta e dopo una mini contestazione dai toni garbati. La sua è una consunzione fisica, per questo il prossimo anno non allenerà». Si prenderà un anno sabbatico come Pep Guardiola, il cui arrivo nella capitale è stato definito da Baldini «fantascienza» e che ieri ha avuto belle parole per l’ex compagno di squadra. «Luis Enrique ha fatto un lavoro straordinario alla Roma, un posto che tutti sappiamo essere molto difficile. La decisione di lasciare è esclusivamente sua». Lucho ieri ha diretto il suo penultimo allenamento, movimentato da un fuori programma: al termine della seduta, infatti, tecnico spagnolo ha ricevo il Tapiro da parte dell’inviato di Striscia la Notizia. Una «premiazione» che l’asturiano ha preso con grande stile e grande ironia.

«È l’unico premio che ricevo da allenatore della Roma. Che farò? Forse tornerò a Barcellona o forse resterò qui, ormai conosco bene il Raccordo Anulare». Torna serio quando parla del suo rapporto con Francesco Totti, che domenica scorsa dopo la gara col Catania lo aveva difeso a spada tratta. «Dovete chiedere a lui», ha glissato lo spagnolo.[…]

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy