Under 21, Romania-Italia 2-1. Per i padroni di casa segna anche il romanista Balasa

Male i ragazzi di Di Biagio, una sconfitta che non lascia ben sperare in vista del doppio impegno casalingo di settembre, contro Serbia e Cipro.

di finconsadmin

La Nazionale under 21 di Gigi Di Biagio continua a non convincere. Gli azzurrini sono stati sconfitti per 2-1, in amichevole, allo stadio “Ilie Oana” di Ploiesti, da una organizzata e tonica Romania.

 

Un risultato, condizionato dalle gambe ancora imballate di molti giocatori italiani, che non lascia ben sperare in vista del doppio impegno casalingo di settembre, contro Serbia e Cipro. Ci sara’ molto da lavorare dunque per la giovane Italia per riorganizzare la squadra in tempo: dal 5 settembre si fara’ sul serio e i prossimi due incontri saranno decisivi per gli azzurrini ai fini della qualificazione ai play-off del Campionato Europeo.

 

Un’uscita anticipata dalla competizione continentale sarebbe veramente uno smacco. Bisogna recuperare al piu’ presto la migliore condizione atletica e serve, come ha ammesso lo stesso commissario tecnico Di Biagio al termine del test odierno, maggiore movimento senza palla.

 

Protagonisti dell’incontro, entrambi a segno per la Romania, l’interista Puscas e il romanista Balasa. Poche le note positive dell’Italia, molto “distratta” in fase difensiva e poco incisiva in attacco. A salvarsi di certo il laziale Cataldi, autore del punto della bandiera degli azzurrini. Speculari i moduli scelti dai due allenatori, con entrambe le squadre schierate con il 4-2-3-1.

 

Nell’Italia, priva degli infortunati Molina e Sturaro, all’inizio, spazio a Zappacosta, Bianchetti, Antei e Biraghi  davanti a Bardi; a Cataldi e Crisetig in mezzo (Viviani out perche’ squalificato contro la Serbia) e con Bernardeschi, Battocchio e Berardi a sostegno di Belotti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy