Serie A, Genoa-Milan 1-2

di finconsadmin

Il monday night della trentaduesima giornata si gioca a Marassi, tra Genoa e Milan. I rossoneri devono allungare la serie positiva se vogliono continuare a sperare di riuscire a qualificarsi per la prossima Europa League; il Genoa ha già raggiunto gli obiettivi stagionali e può dunque giocarsela in scioltezza e provare a regalare ai suoi tifosi una bella soddisfazione.

 

Gasperini dispone i suoi con un 3-4-3 molto offensivo, con il tridente Fetfatzidis-Gilardino-Sculli in avanti; Seedorf risponde con il consueto 4-2-3-1, dove Pazzini agisce da unica punta davanti al terzetto di trequartisti composto da Honda, Kakà e Taarabt. Buon ritmo in avvio, anche se entrambe le squadre sono molto imprecise in fase di costruzione e non riescono a creare nulla di rilevante; a rompere gli equilibri ci pensa Taarabt che, al 20’, si inventa il gol dell’1-0 con un’azione personale: il marocchino, riceve palla sulla sinistra, si accentra e dai venti metri lascia partire un destro velenoso e preciso che si insacca a fil di palo, non lasciando scampo a Perin.Il Genoa prova a reagire e nel finale di primo tempo si rende pericoloso in qualche occasione: al 37’ una violenta conclusione di Bertolacci sfila a lato passando molto vicino al palo della porta di Abbiati, poi al 42’ Mexes anticipa Gilardino in area, ma indirizza il pallone verso la propria porta sfiorando l’autogol.

 

In apertura di ripresa il Genoa si presenta deciso a riacciuffare il pareggio e spinge sull’acceleratore comprimendo gli ospiti nella propria metà campo; per farlo però concedono spazio ai contropiedi avversari e, al 56’ vengono puniti da Honda, che realizza il gol del raddoppio rossonero. Il centrocampista giapponese si trova a tu per tu con Perin al termine di un’azione di contropiede e lo batte con un cucchiaino morbido che termina in rete. Sotto di due gol i rossoblù non mollano, continuano ad attaccare e, al 72’, trovano il gol che riaccende le loro speranze: sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Motta si coordina alla grande e batte al volo con il destro; il pallone colpisce il piede di Abbiati e termina in rete, rimettendo in corsa i padroni di casa. Sul 2-1 la partita diventa bellissima; gli uomini di Gasperini ci credono e ci provano in ogni modo: al 75’ il portiere rossonero riscatta la sfortunata deviazione sul gol, compiendo una miracolosa parata su una conclusione a colpo sicuro di Sturaro. Il cronometro corre e, nonostante la grande pressione rossoblù  e qualche spavento di troppo, il Milan riesce a portare a casa questa vittoria esterna e a riportarsi a cinque punti dall’Europa.

 

 

TABELLINO

 

Genoa-Milan 1-2

 

Genoa (3-4-3): Perin; Burdisso, De Maio, Marchese; Motta, Bertolacci, Sturaro, Antonelli(83’Konatè); Fetfatzidis(82’Calaiò), Gilardino, Sculli(69’Centurion).
A disposizione: Bizzarri, Donnaruma, Antonini, De Ceglie, Konate, Portanova, Gamberini, Cabral, Cofie.
Allenatore: Gian Piero Gasperini.

 

Milan (4-2-3-1): Abbiati; Bonera, Mexes, Rami, Constant; Montolivo, De Jong; Honda, Kakà(88’Poli),Taarabt (83’Birsa); Pazzini(75’Balotelli).

A disposizione: Amelia, Gabriel, Abate, Zaccardo, Zapata, Cristante, Emanuelson, Saponara, Robinho.
Allenatore: Clarence Seedorf.

 

Arbitro: Banti.

 

Reti: 20’Taarabt, 56’Honda, 72’Abbiati (AUT)
NOTE Ammoniti:
Sculli,Abbiati,
Espulsi:-

 

P.Pennisi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy